News dalla Luna’sTorta | Passin passetto...

cari amici,

a piccoli passi vediamo muoversi anche questo gennaio, solo all'apparenza e nelle premesse pigro, ma che ci sta regalando invece grandi soddisfazioni a livello di presenze qui al Luna's. Continuate ad essere tanti e a partecipare ai nostri eventi, cosa per cui siamo orgogliosi e vi ringraziamo.

E ci vien voglia di continuare a proporvi tante altre belle cose, motivo per cui il nostro sito si sta colorando dei prossimi appuntamenti, tutti uno più bello dell'altro (e non lo diciamo per lodarci e imbrodarci, ma perché gli artisti e scrittori che ci si sono proposti sono davvero un fiore all'occhiello).

Intanto aspettiamo imperterriti la neve, come un lieto evento, perché i primi di gennaio ci hanno sconvolto con quel caldo inatteso. Noi che volevamo servire cioccolate e tisane calde per accompagnarvi nella lettura dei libri, noi che stavamo pensando di approntare un caminetto per l'occasione, noi che sognavamo la famigerata lotta a palle di neve, abbiamo dovuto scontrarci con temperature quasi primaverili. Ora sembra che il clima sia finalmente consono alla stagione e, anche se le giornate si sono ingrigite, siamo poi contenti di battere un po' i denti!

Brividino dopo brividino vi inviamo la nostra newsletter sperando che non arrivi per questo con errori di battitura. E passin passetto, quasi danzando, vi salutiamo e diciamo: alla prossima!

 

---

 

Hell o’Dante | giovedì 22 gennaio

 

Ogni benedetto giovedì sera alla Luna’sTorta va in scena il grande spettacolo di Hell o’ Dante. E se non l’avete ancora visto dovreste rimediare quanto prima!

L’Inferno rivisto da Saulo Lucci fa morir dal ridere, è pieno di musica e dà i brividi. Ogni giovedì si estrae un canto che viene raccontato e quindi recitato (a memoria); ogni giovedì il testo dantesco è preso come base di una partitura che ci conduce là, dove nessun uomo o quasi ha mai osato prima.

Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 22 gennaio. Dalle 20 in poi c’è l’aperitivo, dalle 21 circa lo spettacolo.

Prenotate, prenotate, che i posti non son tanti e noi vogliamo che mangiate e vi sediate tutti!

---

 

Tra Genova e il Mississippi| venerdì 23 gennaio

Non c’è migliore modo di introdurre questo bravo e giovane cantautore torinese se non quello di affidarci alle parole di un amico scrittore:

"Lo hanno visto bere in compagnia di Muddy Waters e John Lee Hooker sulle sponde soleggiate del Mississippi. Fare a pugni per una donna e sorseggiare whiskey con De Andrè e Villaggio tra le banchine sporche del porto di Genova. Discutere di amore, politica e Van Gogh con De Gregori e Venditti, a passeggio sul porfido umido dei vicoletti romani. Oltre al piacere evidente per un bicchierino, Nicolò Piccinni è bassista nei Drésda Baruch (formazione rock progressive d’autore) e per il progetto DueVentiContro, ha inoltre scritto, cantato e suonato per le Conclusioni d’Apirle (gruppo di musica popolare/folk) e nelle sue vene scorre da sempre il blues (Night Riders Blues Gang). Ecco che dopo aver accumulato esperienze e armonie, ha scelto di mettersi in proprio e girovagare per far sentire la musica di cui lui è fatto e le parole di cui lui è autore. Un nuovo viaggio tutto da ascoltare."

C’è da aggiungere altro? Se amate la buona musica suonata con un pizzico d’ironia e con indubbio talento, questa è la serata che fa per voi!

La formula, ormai consueta, è l’aperitivo alle 20.00, il concerto alle 21.00.

Prenotatevi per sedere comodamente e per mangiare lautamente!

---

La spiaggia dei ricordi morti | sabato 24 gennaio

Secondo caso per la suo malgrado investigatrice Ada Hartmann. Dopo I fiumi sotto la città Michela Gecele torna al Luna’s Torta per presentare il suo nuovo libro: La spiaggia dei ricordi morti (Edizioni Forme Libere). A far da protagonista di nuovo Catania, di nuovo le torte e questa volta anche l’Italia anni ’60. Per questo motivo il nostro locale si trasformerà scivolando indietro nel tempo, proprio per portarci in quegli anni accompagnati dalle musiche dell’epoca e dall’intervento di intervistatrici e presentatrici d’eccezione: Luisa Brachet, Maria Celeste Borgnino, Amalia Correale, Cristiana Filippi. A completare il tutto le letture di Valeria Pollani e l’intervento di un ospite a sorpresa. Se volete godervi una serata insolita con un’atmosfera un po’ retrò siete i benvenuti! Come al solito dalle 20 l’aperitivo, dalle 21 la presentazione del libro.

Sempre gradita la prenotazione!

---

In fine (Non è stagione per una sottomissione tutameia!)

Tre consigli per allietare le vostre ore di lettura:

Sottomissione di Michel Houellebecq (Bompiani) è la mina vagante che sta dilagando dagli inizi di gennaio. L'irriverente e politicamente scorretto scrittore è ritornato a pubblicare un romanzo ambientato in un futuro prossimo, che vede la vittoria elettorale in Francia di un Presidente della Fratellanza Musulmana. Di qui in poi il passo è breve per capire su che toni si orientino le pagine. Da leggere. Per averne un'opinione propria e non soccombere ai dibattiti mediatici...

Non è stagione di Antonio Manzini (Sellerio) è il nuovo romanzo della serie del vicequestore Rocco Schiavone. In una Aosta nevosa e grigia è mistero la scomparsa di una giovane e popolare studentessa rampolla di una ricca famiglia di industriali che nascondono un segreto. E solo per caso l'intuito del Nostro andrà a toccare le giuste corde per svelarlo.

Tutameia. Terze storie è una delle novità firmata Joao Guimaraes Rosa dell'editore Del Vecchio. Come al solito per le loro pubblicazioni una chicca alla vista e una chicca per il gusto della lettura, che appare solo nella forma frammentaria, coi suoi quaranta racconti brevi e quattro prefazioni, ma è invece coesa per l'ambientazione (l'immancabile sertao) e per i richiami e i personaggi che sono come un filo che unisce tutto lo scritto. Provare per credere!

Leggere fa bene all'umore e aumenta la voglia di fantasticare: cosa aspettate?

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.