Newsletter # 56387 // Avere i titoli

così anche quest'anno, amici cari, gennaio è seguito a dicembre, un numerino si è sostituito a un altro sui tabelloni che segnano la data, e siamo nel 2013, ed è tardi persino per notarlo, visto che questa mail per bene che vada la leggerete il 17 gennaio.

Siamo appena in tempo, forse, per enunciare propositi che presto saranno disattesi. O per disattendere propositi non ancora enunciati. Comincio io: da anni vorrei predisporre almeno uno scaffale della libreria in modo che i titoli dei libri, letti uno di seguito all'altro, formino frasi con un senso più o meno compiuto.

Ogni volta che ci penso, perdo ore a comporre frasi: Complotto contro l'America in Patagonia, dove volano i delfini; Servire il popolo per mano nel buio; Sorgo rosso come il sole d'inverno; Guarda l'uccellino in fuga con la zia in Asia. E ora smetto altrimenti mi perdo, e sarebbe un gran peccato visto che questa newsletter serve per comunicare un sacco di cose interessanti.

(Però fatelo anche voi questo gioco, è fighissimo)

Da fine gennaio, come vedrete, tornano i corsi. In più, il calendario degli appuntamenti sarà più regolare: il giovedì sera musica, il venerdì sera appuntamenti letterari (reading, teatro, ecc).
Se volete restare aggiornati tenete sempre d'occhio il sito del locale, dove il calendario è ben più completo.

Nel 2013 è meglio prendere le cose... con filosofia!

Riprendono dal 22 gennaio le passeggiate culturali di Luna’s Torta, attraverso le più grandi figure della filosofia greca: a spasso con Platone Aristotele Epicuro e Company, ci divertiremo ad attraversare miti, caverne, motori immobili, atti e potenze…!

Da fine gennaio iin poi, ogni martedì alle 19,00 un ciclo di 10 incontri in compagnia di Raffaella Paisio, la divulgatrice più divertente della scena torinese!
Per iscrivervi basta andare su questa pagina.

Uno spettacolo tra teatro e musica. Con Maksim Cristan e Daria Spada

Clicca qui per aggiungere un titolo o un testo.

Peñenegro è un concerto antirazzista, ma è anche molto di più: uno spettacolo nel quale il teatro e la chitarra dell’artista croato Cristan si uniscono al colore della voce della Spada.

Alle 20 l'aperitivo, alle 21 circa lo spettacolo
ingresso libero, prenotazione consigliata, da questa pagina.

Un concerto nella formula “gaberiana” del teatro-canzone, in cui si intrecciano brani musicali, tratti dal cd Peñenegro, che spaziano dal canto lirico al canto tradizionale, dal pop al cantautorale, a momenti più narrativi, grotteschi e riflessivi, a tratti comici e commoventi, dello stesso Cristan e di alcuni dei migliori maestri della parola contemporanea italiana, Pasolini, Gaber, Benni.

Poesie lette da Paolo Agrati e musicate da Silvano Spleen

Se pensate che la poesia sia un affare noioso, e che ascoltarla sia faccenda di pochi intellettuali, questo reading vi farà cambiare idea. Paolo Agrati è un poeta molto, molto divertente (sì, ne esistono) e per niente banale.

Alle 20 l'aperitivo, alle 21 circa lo spettacolo
ingresso libero, prenotazione consigliata, da questa pagina.

Questo reading nasce dalla lunga collaborazione con un musicista e compositore, Silvano Spleen (Paolo canta nella sua orchestra). I due arrivano dalla remota Milano e non è semplice vederli a Torino. Non perdete l'occasione! E se venite portate amici: farete bella figura.

Consigli d'antan (libri usciti nel 2012 da recuperare)

- Lampi, di Jean Echenoz (Adelphi): uscito da diversi mesi, è la terza delle biografie romanzate che Echenoz ha scritto. Una piccola serie, che si conclude appunto con questo romanzo dedicato alla vita, alla follia, al genio di Nikola Tesla. La scrittura di Echenoz è sempre molto elegante, un soffio ironico sulla vita dell'inventore serbo, così - pare - irrimediabilmente serio.

- Non sta al porco dire che l'ovile è sporco, di Florent Couao-Zotti (66th2nd): un giallo singolare, ambientato nell'impossibile capitale del Benin: Cotonou. Città enorme, metropoli invivibile dove agisce l'ispettore Kakanakou. Tra violenza omicida, corruzione, post-colonialisti in azione, è un libro veloce, intrigante e che introduce a vari aspetti della cultura del luogo (ogni capitolo ha per titolo un proverbio o un modo di dire) .

Se questa mail ti è piaciuta, falla girare!

Grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono (probabilmente a loro insaputa) da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.