News dalla Luna’sTorta | Non può piovere per sempre

cari amici,

vi chiederete il perché del titolo di questa newsletter. Ebbene, in queste giornate uggiose il pensiero è stato proprio non può piovere per sempre (come invece sembrava avesse intenzione di fare). Anche perché, da brave Babbe, avevamo la speranza che le gocce si tramutassero in fiocchi di neve, ben più consoni alla stagione. Immaginatevi la sorpresa questo martedì quando un timido sole invernale è venuto a salutarci portando nuovi colori e nuove energie.

Tutto nuovo, noi vecchie, o meglio solite, ma anche no. Perché l'atmosfera di festa un po' la sentiamo anche qui, tra i piatti sempre più sostanziosi, le cioccolate calde, i libri sempre più gustosi che ci chiedete, i consigli di lettura che è bello regalare tra una tisana e una fetta di torta.

Insomma, tutto questo per dirvi che da Luna's Torta siamo pronti ad accogliervi. Per una colazione o una merenda, per un pranzo, per ospitare i vostri scambi d'auguri, per aiutarvi a trovare il libro giusto da regalare, per ascoltare e farvi ascoltare la declamazione dei versi danteschi, o solamente per aspettare insieme che fiocchi... e chissà che, proprio mentre siete qui, non inizi la lenta candida processione dal cielo. E allora sarà bello vederci tutti coi nasi appiccicati alle grandi vetrate, tornare un po' bambini. Chi comincia la lotta a palle di neve?

[Informiamo la nostra affezionata clientela che straordinariamente lunedì 22 dicembre Luna's Torta sarà aperto dalle 15 alle 19. Sapevatelo!]

 

---

 

Hell o’Dante | giovedì 18 dicembre dalle 20

 

Ogni benedetto giovedì sera alla Luna’sTorta va in scena il grande spettacolo di Hell o’ Dante. E se non l’avete ancora visto dovreste rimediare quanto prima!

L’Inferno rivisto da Saulo Lucci fa morir dal ridere, è pieno di musica e dà i brividi. Ogni giovedì si estrae un canto che viene raccontato e quindi recitato (a memoria); ogni giovedì il testo dantesco è preso come base di una partitura che ci conduce là, dove nessun uomo o quasi ha mai osato prima.

Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 18 dicembre. Dalle 20 in poi c’è l’aperitivo, dalle 21 circa lo spettacolo.

Prenotare è un’ottima idea!

---

In fine (neve neve, scende lieve e noi leggere si deve!)

Tanto si parla di razzismo e razzismi, ma quando a farlo è un ex calciatore scuro di pelle per una casa editrice davvero poco tra le righe, insieme a un coro di voci di tutto rispetto, capovolgendo il punto di vista e parlando di uguaglianza, il discorso si fa comunicazione, abbattimento di pregiudizi e barriere, soprattutto quando il focus si sposta sulla famiglia d'origine, che dà l'imprinting culturale alle generazioni del poi. Un libro che va letto e fatto nostro, riga dopo riga Per l'uguaglianza di Lilian Thuram (add editore).

Tutt'altro tono per il nuovissimo Disaster Chef del torinese Marco Giacosa (Miraggi Edizioni). Quando i format televisivi impazzano è facile che qualche spettatore impazzisca e faccia dello spettacolo una sorta di malattia e ossessione. Tra ricette improbabili, riflessioni surreali e citando Guido Catalano, il libro srotola la sua ironica e divertita follia fino alle ultime pagine.

Da Seattle al New Mexico per giungere fino alle radici indiane si snoda la storia di Manuale di danza del Sonnambulo di Mira Jacob (Neri Pozza), che ha come protagonista Amina, un'affermata fotografa di matrimoni. Tutto inizia con una telefonata della mamma Kamala, che racconta alla figlia che il padre Thomas parla con la nonna Ammachy, morta da anni...

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.