Newsletter # 56386 // Prima della fine (newsletter breve)

caro amico Maya,

tutti prendono in giro te e la tua gloriosa gente, in questi giorni e in queste ore. Dicono, quasi tutti, che vi sbagliate. Che avete fatto male i conti. Che il mondo, in sostanza, non finirà mica il 21 dicembre, ma molto più in là, non si sa bene quando, ma comunque in data da destinarsi. Qualcuno aggiunge anche che Roberto Giacobbo è un puzzone: e su questo non so perché, Maya caro, ma sento che hanno ragione.
Comunque quel che ti voglio dire, amico caro nonché Maya, è che i segni che avete mandato per preannunciare la fine del mondo hanno convinto poca gente. Potevate sceglierli meglio, a dirla tutta.

Il primo segno l'avete rimandato, più che mandarlo. Un segno nanetto, una trottola malcaricata che prima dice: Mi candido, poi: Non mi candido, quindi: Candido un altro, infine: Ho la candida e trova pace solo quando gli metti un chitarrino in mano e lo lasci cantare. Nessuno lo prende più sul serio, questo segnetto.

Il secondo segno è stato lo spread, quella serie di numeri ogni giorno diversi che salgono, scendono, fanno titoli sui giornali; ma è ormai chiaro che bisognava giocarseli sulla ruota di Bruxelles: l'ha fatto un cabalista di Erice e ora è milionario.
Il terzo segno, amico caro, è stato l'allineamento di tre pizzette sul banco del take away Dawareda di Usmate con Velate.
Quest'allineamento, neanche a dirlo, non si era mai verificato prima, anche perché il pizzaiolo Ciruzzo è parecchio astigmatico. Ma anche questo segno mancava per qualche ragione di mordente. 

E veniamo ora, caro amico Maya, al quarto e decisivo segno: da mesi ignoti stanno tracciando quadrati attorno ai cerchi nel grano sulle cui spighe indugiano corvi parlanti di otto chili e mezzo.
Purtroppo, Maya caro, tutto questo succede nel Nebraska, dove non abita quasi nessuno, e quindi nessuno se n'è accorto.

 Io non so, amico Maya, se il mondo finirà il 21 dicembre. Di sicuro quasi nessuno ci crede più. Tanto che c'è gente che programma appuntamenti per il 22 dicembre, pensa te. Come la Luna'sTorta...
Quale appuntamento? Ma questo!

Il minchiotour passa da via Belfiore 50. Sempre che non finisca il mondo

Il minchionario universale: Remmert e Ragagnin alla Luna'sTorta / Sabato 22 dicembre alle 20 spaccate quasi

Il Minchionario universale (inevitabilmente incompleto) è un'antologia di frasi buffe, gaffes, brutte figure e brutti figuri. L'hanno compilato Enrico Remmert e Luca Ragagnin, che han deciso di portarlo in giro sotto Natale e il 22 dicembre, alle 20, saranno alla Luna'sTorta.

Caro amico Maya, facciamo un patto: se il mondo non finisce il 21 dicembre, tu il 22 vieni in via Belfiore. Altrimenti, se hai ragione tu, puoi anche non partecipare.

(gli autori han preparato una serie di domande e risposte, per chiarire lo spirito dell'evento. Ecccole!)

 - Cosa aspettarsi dal Minchiotour®?
Una bella quantità di risate incontrollate e scorrettissime.

- Chi c’è nel Minchiotour®?
Gli autori, l’editore, gli amici, i parenti, i bartenders, gli special guests e un’autoambulanza.

- Cosa succede nel Minchiotour®?
Tutto tranne la tradizionale presentazione di un libro:
- Esposizione di Minchiofrasi®
- Il Minchiquiz® (con premi significativi e inappropriati)
- Minchiate all’angolo (per dirla in italiano corretto, uno speaker corner disponibile per tutti i coraggiosi)

Pacchi, pacchetti pacchettini: scegliete qui il vostro regalo

Natale alla Luna'sTorta (una specie di cinepanettone)

Tra duecento anni i nostri discendenti faticheranno a comprendere - leggendone sui libri di storia del costume - il concetto di cinepanettone. Se cercate su Wikipedia, vedrete che ci sono questi ottimi esempi di film natalizi sono programmati fino al 2015.
Ecco: forse il mondo finisce tra pochi giorni ma qualcuno sta già lavorando sul cinepanettone del 2015. C'è ottimismo nell'aria, non trovate?

Per restare al gramo anno 2012, se volete che i vostri regali di Natale non siano un problema ma, chessò, un piacere, date un'occhiata a questo sito. Ci sono idee regalo per tutti, la possibilità di ordinarle, prenotare il ritiro, farsele consegnare.
Se poi vi viene comodo, passate dalla Luna'sTorta a scegliere un regalo di Natale fuori dalla pazza folla del centro.

Vota e fai votare la newsletter della Luna'sTorta

Ancora grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.