New dalla Luna’s | Il ritorno delle mezze stagioni

cari amici,

sono tornate le mezze stagioni, nel senso nuovo e più moderno di stagioni a metà. Dopo la semiestate sarà la volta di uno pseudoautunno, di un quasi inverno, di una primaverina.

Andrà aggiornato il luogo comune: da "Si passa dal caldo caldo al freddo freddo" a: "Certo che queste stagioni somigliano sempre più, musilianamente, all'uomo moderno senza qualità".

Durante lo pseudoautunno le foglie non ingialliranno davvero. Le castagne saranno importate dall'Australia e sparse in giro nottetempo, per dar l'illusione. L'uva non sarà matura e le vendemmie daranno acqua sporca o poco più. Tutti aspetteranno con ansia il quasi inverno e saranno spiazzati dai 27 gradi di media a febbraio, le piste da sci trasformate in campi fioriti; che però appassiranno a poco a poco durante la primaverina, quando pioverà quasi sempre e il cielo si tingerà di un grigio perenne.

E allora, finalmente, arriverà il momento in cui rimpiangeremo le stagioni vere, quelle dal gusto deciso; e persino il freddo freddo che, ai nostri tempi, arrivava subito dopo il caldo caldo.

Paranoie meteorologiche a parte, questa newsletter vi dà un caldo (tiepido, via!) augurio di bentornati e vi racconta cosa succede alla Luna'sTorta in quest'inizio di settembre. Prendete ombrello e crema solare, che si parte!

---

Fot(t)o L’autunno | Il concorso che fa ripartire l’estate

Per combattere la malinconia del ritorno dalle vacanze abbiamo pensato a un concorso: raccontateci la vostra estate con una foto e una storia. Si vincono gloria eterna e libri. Potete vedere le poche regole e le prime foto inviate da questa pagina. C'è tempo fino al 18 settembre.

---

Juan Gelman, il reading | venerdì 12 settembre

Juan Gelman è stato uno dei più grandi poeti sudamericani contemporanei.
Venerdì 12 settembre la Luna’sTorta ospita un reading delle sue poesie contenute in L’accanito cuore amora, recentemente pubblicato dall’editore Il ponte del sale a cura di Stefano Strazzabosco. Alle 19 c’è la lettura, a seguire l’aperitivo.
> Prenotatevi da qui

---

Serata No MUOS | sabato 13 settembre dalle 20

Sabato 13 settembre alla Luna’sTorta torniamo a parlare del MUOS, il sistema di 46 antenne che il governo degli Stati Uniti ha costruito, a scopo militare, in un riserva naturale siciliana.

Lo facciamo con la proiezione del documentario Come il fuoco sotto la brace, scritto da Giuseppe Firrincieli, che sarà presente, e con una piccola mostra di tavole di Francesca Dimanuele.

Dalle 20 l'aperitivo, dalle 21 la proiezione. Altre info e prenotazioni qui.

---

Prossimamente | Altri appuntamenti di livello

Da metà settembre ci sono molti altri appuntamenti in programma alla Luna's: chi ama i viaggi lenti tenga d'occhio le date del 15 e del 18 settembre, mentre il 19 Hugo Trova, fenomenale cantautore uruguayano torna a farci visita con le sue storie ricamate di note.
> Altre info e prenotazioni da qui

---

Leggere sul far dell'autunno | tre libri tre

Concludiamo con tre brevi consigli di lettura:

> Mahahual, di Pino Cacucci (Feltrinelli), che è un viaggio nel tempo quasi più che nello spazio del Messico. Cacucci ci porta lì, a Mahahual, dove lo Yucatan s’affaccia sul Belize e ci avverte che andare fuori tema è possibile e fors’anche consigliato.

> Questa non è una canzone d'amore, di Alessandro Robecchi (Sellerio), un giallo ironico e inconsueto che ha per colonna sonora le canzoni di Bob Dylan. Una storia in cui troverete cattivi veramente cattivi, stupidi veramente stupidi e buoni in grado di sorprendervi.

> La base atomica di Halldór Laxness (Iperborea), raro esempio di romanzo di stretta attualità scritto settant’anni fa. Ambientato in Islanda, racconta una delicata querelle internazionale dal punto di vista ingenuo, concreto e imprevedibile di una ragazzotta di campagna cresciuta leggendo le saghe del suo paese.

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

Clicca qui per aggiungere un titolo o un testo.

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.