News dalla Luna'sTorta / Fuori tutto!

caro amico,

chissà se questa newsletter ti arriverà mai. Le ultime hanno avuto tanti di quei problemi tecnici che solo poche persone le hanno ricevute; così poche persone che anziché spedirle via mail tanto valeva metterle in una bottiglia e abbandonarle al capriccio degli oceani, o fors'anche affidarle alle poste italiane.

Ma ora i problemi dovrebbero esser finiti e l'occasione non potrebbe essere migliore, visto che con questa newsletter vogliamo fare tre cose precise:
1. augurarvi buone feste
2. invitarvi a svuotarci il frigo
3. consigliarvi qualche buona lettura da fare in vacanza, visto che la pioggia che doveva cadere sarà ben caduta tutta.

---

1. buone feste! (e sì, questa era facile)

Dal 10 al 18 agosto la Luna'sTorta è chiusa; una settimana abbondante che ci servirà per ricaricare le nostre batterie di esseri tricipiti: un po' librai, un po' baristi e un po' cuochi, che si rigenerano con sole, storie e sonno (tre S a cui, di tanto in tanto, se ne aggiunge una quarta).

---

2. fuori tutto! party | sabato 9 agosto dalle 18.30

Avremmo mai potuto chiudere per ferie senza invitarvi prima a svuotarci il frigo? Probabilmente sì, ma l'idea ci è sembrata bella e quindi sabato 9 agosto, dalle 18.30, un ricco buffet svuotafrigo vi aspetta a soli due euro (bevande escluse). Se pensate di partecipare, ci fate un favore prenotando i posti da questa pagina, così ci facciamo un'idea di quanta gente aspettarci. Grazie!
> Prenotatevi da qui

---

3. cosa leggo in vacanza | cinque ricette vincenti

> Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen (varie edizioni)
Ingredienti: Una ragazza "migliore della sua condizione", un bel tenebroso, l'Inghilterra vittoriana, femminismo ante-litteram q.b.

Mescolare tutti gli ingredienti con una contrastata storia d'amore, insaporire con ironia e far saltare il tutto in un soffritto di critica all'educazione impartita alle ragazze. Il risultato è un primo piatto di forte struttura narrativa, dal sapore imperdibile e con profumi indimenticabili. Da assaporare durante le notti estive accompagnato dal canto dei grilli.

> Ho dormito con te tutta la notte di Cristiana Alicata (Hacca edizioni)
Ingredienti: Quattro luoghi che segnano una vita, una ragazza alla scoperta di sé, una manciata di infanzia, passato, guerre e futuro.

Amalgamate il tutto con una presa di coscienza politica e un pezzo della nostra storia recente: si ottiene così il condimento con cui insaporire pagine intime che avrete precedetemente immerso in un racconto di sé che supera il romanzo di formazione. Un piatto dal gusto nostalgico e toccante caratterizzato da una narrazione frammentata con forti note personali. Da assaporare in un momento di quiete per riempire i silenzi di pensieri.

> Una commedia italiana di Piersandro Pallavicini (Feltrinelli)
Ingredienti: Due chimiche di mezz'età, un magnate dei formaggi, un gallerista bamboccione, Brigitte Bardot, qualche mucca, vecchi vinili, palate di neve prealpina, eredità scomparse, vapori di nebbia londinese, il magico Salsìna.

Ecco un piatto a metà tra la cucina molecolare e la grande tradizione lombarda. Il punto di forza è la grande qualità degli ingredienti, che si combinano fino a perdere consistenza e fondersi in un'amalgama vaporosa, frizzante, leggerissima. Abbinate con una generosa porzione di gorgonzola rosa e non fatevi mancare un buon Martini, preparato alla maniera di Gunther Sachs.
   
> Canzoni da mangiare. Piccolo dizionario gastropop, di Luca Ragagnin (Il Leone Verde)

Ingredienti: I più svariati, ma in rigoroso ordine alfabetico, tanta buona musica, una scorta di fame e curiosità, un pizzico di genialità, follia q.b.

Prendete il limone di Robert Plant, il cavolo di Frank Zappa e mettete a bollire il tutto in un vecchio grammofono. Allestite un godurioso banchetto, preparate i fornelli e godetevi l'abbuffata. Sarà a questo punto che potrete sentire Peter Gabriel sussurrarvi nelle orecchie "Ï got sunshine in my stomach".
    
> Guida galattica per autostoppisti, di Douglas Adams (Mondadori)

Ingredienti: Un pianeta che sta per essere distrutto, il senso della vita, una manciata di delfini, due viaggiatori senza valigie ma con un libro. E tutto quanto.

La ricetta segreta di Duglas Adams, servita nei migliori ristoranti al termine dell'universo che sarete in grado di trovare. Sapori frizzanti e fantascientifici per una cena completa in cinque portate più una. Gustate in accappatoio e non dimenticatevi, per nessuna ragione nell'universo, l'asciugamano.

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.