Newsletter # 56385 // A Natale adotta un Silvio

cari amici,

come avrete visto Silvio B. ha deciso di anticipare le feste e fare un bel regalo a tutti noi, e senza neanche prendersi la briga di passare dal camino - che molto volentieri avremmo acceso per l'occasione - ci è piombato in salotto.
È piuttosto inutile cercare ragioni politiche per l'insano gesto, sappiatelo, il motivo vero è umano: il Natale si avvicina e lui aveva paura di rimanere solo.

Non sapeva con chi festeggiarlo, questo Natale 2012: in casa non ha più moglie o figli e ormai neanche più nipotine da far ballare attorno a un palo. Quando persino l'ultima escort, Emilio Fede, l'ha abbandonato, Silvio ha capito: nessuno sarebbe venuto a trovarlo per le feste e così doveva provare a imbucarsi lui, in qualche casa o in tutte.

Questa però è davvero l'ultima rappresentazione. Anni fa era più facile: qualche spot in televisione, calza sulla telecamera, sorriso finto, grinze spianate a forza di spatola e cerone, entrava nel salotto di tutti gli italiani; oggi invece due ore da Vespa, l'editoriale di Sallusti, l'opinione di Ferrara, non hanno effetti, se non a livello intestinale. La buona notizia è che lui lo sa. Silvio non è tornato per una ragione politica, siatene convinti: vuole solo un posto caldo dove passar l'inverno, gente paziente o sorda che rida alle sue barzellette. Basta accontentarlo.

Non è un pericolo per la democrazia, non farà impennare lo spread; sempre che qualcuno gli apra le porte di casa sua. Invitatelo a cena. Una cosa normale: tacchino e panettone, niente spogliarelliste, casomai una tombola. Ecco, magari a un certo punto fate uscire il 77: le gambe delle donne.

Lui sarà contento, i mercati più tranquilli e voi potrete concentrarvi sui regali di Natale.

Pacchi, pacchetti pacchettini: scegliete qui il vostro regalo

Natale alla Luna'sTorta (il libropanettone)

Tra duecento anni i nostri discendenti faticheranno a comprendere - leggendone sui libri di storia del costume - il concetto di cinepanettone. Se cercate su Wikipedia, vedrete che ci sono questi ottimi esempi di film natalizi sono programmati fino al 2015.
Ecco: forse il mondo finisce tra dieci giorni ma qualcuno sta già lavorando sul cinepanettone del 2015. C'è ottimismo nell'aria, non trovate?

Per restare al gramo anno 2012, se volete che i vostri regali di Natale non siano un problema ma, chessò, un piacere, date un'occhiata a questo sito. Ci sono idee regalo per tutti, la possibilità di ordinarle, prenotare il ritiro, farsele consegnare.
Se poi vi viene comodo, passate dalla Luna'sTorta a scegliere un regalo di Natale fuori dalla pazza folla del centro.

Torna Berlusconi. Cercate rifugio nella selva oscura...

venerdì 14 dicembre / A 35 anni mi son perso in un bosco

Un luogo presidiato da un cane con tre teste e nessuna tetta dovrebber terer lontano il caro Silvio. Un posticino semplice, così, tipo l'Inferno!

Il 14 dicembre Enrico Pastore e Saulo Lucci tornano a leggere la Commedia di Dante, uno spettacolo infernale splendido e sorprendente. Questa volta sarà il turno dei Canti  XIII, XV, XXVI, XXVIII e XXXIII dell'Inferno.

Fate un salto in Via Belfiore 50 e scoprirete tutto un altro modo di ascoltare il sommo poeta (a due voci, e con irresistibili introduzioni recitate). Venerdì 14 dicembre: dalle 20 l'aperitivo, dalle 21 circa lo spettacolo. Prenotatevi che fa bene allo spirito! Da questa pagina.

 

...ma non prima di fare un bel viaggio nella storia

mercoledì 12 dicembre / Presentazione di Nadir

Nadir è un libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima, qualche mese fa. L'ha scritto l'amico Stefano Sivieri ed è freschissimo di stampa. Nadir è una cavalcata nella storia, in particolare di quel vasto pezzo di mondo che generalmente ci è ignoto: Georgia, Siria, Russia (o meglio Unione Sovietica: il libro è ambientato negli anni Venti).

Nadir è un ben calibrato romanzo storico, che è anche un giallo "archeologico" e in fondo una spy story, resa vivace da ogni sorta di intrighi politici e addolcito da una storia d’amore.

La presentazione alla Luna'sTorta è in calendario il 12 dicembre alle ore 21, insieme a Paolo Di Motoli, dottore di ricerca in Studi politici all’Università di Torino. Anche qui sarebbe bellissimo se vi prenotaste, da questa pagina.

Nonostante il freddo, il ghiaccio e la nebbia...

...i bei libri continuano a uscire anche a Natale!

Se tutta l'Africa è una raccolta di reportage di Kapuscinski (Feltrinelli), scritti negli anni Sessanta e apparsi in Polonia (non è una bizzarria: l'autore è polacco!) solo l'anno scorso. Che Kapuscinski sia stato il più grande reporter dei nostri tempi l'han detto in molti, non starò a ripeterlo. Del suo rapporto con l'Africa non c'è da dir nulla. Quindi che mi rimane da scrivere su questo libro? Procuratevelo, che è roba buona!

Il destino di Hartlepool Hall è l'ultimo romanzo di Paul Torday (Elliot). A me questo scrittore inglese, autore di Pesca al salmone nello Yemen, piace molto. Questo non è il certo suo miglior libro, ma vale una lettura per la prosa cristallina e la sottile ironia, molto britannica.

Vota e fai votare la newsletter della Luna'sTorta

Ancora grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.