Newsletter # 56384 // La seconda profezia dei Maya

cari amici,

recenti scavi archeologici, condotti da Roberto Giacobbo nella zona di Chieri, mostrano che i Maya lasciarono ai posteri non una ma due profezie. Fu, secondo quest'affascinante ricostruzione storica, una specie di ballottaggio.
(Tutto questo, conviene dirlo, accadde moltissimo tempo fa: un'epoca così remota che Massimo D'Alema non aveva ancora alcuna carica nel PD. )

La prima di queste profezie - enunciata da Quetzalcoatl, il poderoso serpente piumato - è ben nota a tutti: nel 2012 ci sarà la fine del mondo, dice; tempesta terremoto tragedia, dice; cavallette tornado tifoni, dice; sciagura siccità pestilenze, dice; i morti torneranno sulla terra, dice; e Wanna Marchi in TV.

Si sapeva invece poco della seconda profezia, sconfitta al ballottaggio e presto dimenticata. Ma finalmente gli scavi di Chieri - e un po' anche la Freisa che vi si produce - hanno completato il quadro. A elaborarla fu il dio protettore dei Maya, Balam, e diceva: mare sole prati in fiore amore ovunque, diceva; musiche soffici nell'aria e pace, dicevapiccioni che dan da mangiare ai pensionati nei parchi; diceva, ma questa Wanna Marchi è forse una specie rara di iguana?, si domandava.

Ora tu lettore, sempre che tu non sia Wanna Marchi, tu ti starai chiedendo perché la prima profezia ebbe la meglio. Beh, gli scavi non lo chiariscono, la Freisa forse sì (ma non del tutto), Giacobbo è dal truccatore e potrebbero volerci anni, prima che esca (sostiene di aver rinvenuto una tomba egizia in camerino).

Io, di mio, aggiungo solo che la seconda profezia dei Maya - quella cui tutti vorremmo credere, diciamolo - quella profezia si dilungava poi fin nei particolari sugli accadimenti eccezionali che sul finire dell'anno 2012 avrebbero avuto luogo in un caffè-libreria-torteria di Torino.

E per giunta li elencava:

Musica e parole per raccontare una malia. Con Fabrizio Vespa e i Miriam

6 dicembre alle 21 / Mal di Torino. Il reading

Se amate Torino, dice la seconda profezia dei Maya, non vi perderete di certo questo spettacolare reading musicale che nasce dal libro di Fabrizio Vespa Mal di Torino (Espress). Le letture dell’autore saranno accompagnate dalle musiche live della band torinese dei Miriam.

Uno degli ultimi appuntamenti dell'anno, per La Luna'sTorta, e anche uno dei più spettacolari! Il 6 dicembre 2012, con aperitivo alle 20 e spettacolo alle 21.30. 

Se volete godervi in tutta comodità questo reading non avete che andare su questa pagina e prenotarvi

 

Il derby della Mole, rigiocato e corretto. Con Claudio Sala e Beppe Furino

6 dicembre alle 18 / Torino-Juventus. La grande storia

Da destra, in piedi: Romeo Agresti, Alessandro Salvatico, Stefano Giovinazzo. Poi, accosciati: Claudio Sala e Beppe Furino. Se sembra una formazione di calcio a 5, probabilmente è perché questa è la squadra che racconterà, giovedì 6 dicembre dalle 18, la storia dei derby Torino-Juventus.

Per le Edizioni della sera è appena uscito La grande storia del derby Torino Juventus e giovedì lo presentiamo in anteprima, con la presenza degli autori (Romeo Agresti e Alessandro Salvatico), dell'editore Stefano Giovinazzo e degli ex calciatori Claudio Sala e Beppe Furino.

Se volete partecipare, come al solito, il consiglio è di prenotarsi da questa pagina. Se invece disertate la convocazione, beh, che un tackle di Furino vi colga!

 

Qualche altro appuntamento di settimana prossima

Cose belle che accadono a dicembre

- Il 12 dicembre, vale a dire mercoledì prossimo, alle 21 ci sarò la presentazione di Nadir, un romanzo di Stefano Sivieri ambientato tra Italia, Siria, Russia (pardon, Unione Sovietica), Georgia e... chi si ricorda più? Questo romanzo l'ho visto nascere e nella prossima newsletter, Maya permettendo, vi spiego in che senso.

- Il 14 dicembre, alle 21.30, Enrico Pastore e Saulo Lucci daranno vita ad altri canti dell'Inferno di Dante. A novembre è stato molto bello; se vi va guardatevi il video parziale su questa pagina (grazie a Carlo Molinaro, che ha fatto le riprese).

 

Regali brillanti e economici come una buona idea

C'è il Natale alla porta e non so cosa mettermi

Se avete già fatto tutti i regali di Natale, avete tutta la mia stima. Davvero. Mi fate un po' paura, tipo Mario Monti quando commosso dichiara che il suo sogno nella vita è lo spread a 287, ma pazienza. Vi stimo.
Casomai non aveste già provveduto a tutti i regali, invece, e se proprio volete semplificarvi la vita, date un'occhiata al sito natalizio della Luna'sTorta.
Ci sono regali, poi regali, poi altri regali. Libri, vino, miele, e altro. Tanto altro. Ho appena aggiunto, per dirne una, alcuni bellissimi libri artigianali, contenenti poesia e pubblicati da Sartoria Utopia, una capanna editrice di Milano.
Capanna editrice, sì. Chi si definisce così secondo me è un genio. E ha coraggio. E i suoi libri andrebbero comprati e regalati a chi si ama.
Quindi che aspettate? Andate qui e cercate qualche regalo, suvvia!

Continua a far girare la newsletter!

Grazie grazie grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono a forza da questa pagina. Nell'ultima settimana, statistiche alla mano, siete stati tanti.

Questa
 newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.