La newslwtter della Luna's / La quasi primavera

Cari amici della Luna'sTorta,

se stamattina al bar, sul tram, in coda alle poste, alla cassa del super, al banco del mercato, avete sentito dire che non ci sono più le mezze stagioni, sappiate che è una stupidaggine. Se lo avete detto voi - al bar, sul tram, eccetra - beh, mi spiace ma è comunque una stupidaggine. La verità che qualsiasi meteorologo può confermarvi è questa: le stagioni continuano a esserci, ma si sono adeguate al contesto mondiale. Sono stagioni precarie.

Certo, un tempo l'inverno durava tre mesi, era freddo e secco, nevicava a gennaio. Ma un tempo - ricordate? - per lavorare ci voleva un contratto, magari con durata certa. Ora è cambiato tutto e l'inverno è a progetto: in prova per dieci giorni, poi vediamo come va. Neve? Meglio di no, o almeno non troppa, ragazzo, non prendere iniziative.

Così nei giorni scorsi abbiamo avuto una quasi primavera, con qualche fiore precario mal sbocciato, due rondini stagiste che provavano acrobazie in cielo. Ma questo non vuol mica dir nulla: arriverà altra pioggia a chiamata, un part time di vento gelido, vedrete, poi sprazzi di sole esternalizzato, poi chissà. Sindacati comunque non se ne vedono e se qualcuno imbraccia un ombrello - come il maestro Altan insegna - non c'è molto da star sereni.

Alla Luna'sTorta noi il tempo preferiamo scandirlo con eventi, buon cibo e letture. Un barometro che di solito funziona a meraviglia, e che condividiamo volentieri!

Wu Ming 4 presenta Tolkien / sabato 15 febbraio

«Penso che la cosiddetta “Storia fantastica” sia una delle più alte forme di letteratura e che sia del tutto sbagliato associarla ai bambini».

Ecco quel che scriveva, in una lettera, J.R.R. Tolkien; e oggi, a qurant’anni abbondanti dalla sua morte, possiamo senz’altro dargli ragione. Sabato 15 febbraio Luna’sTorta ha l’onore di ospitare Wu Ming 4, autore di Difendere la Terra di Mezzo, raccolta di scritti su Tolkien appena uscito per Odoya.
Insieme all'autore ci saranno Filippo Sottile e Francesca Papasergi.

> Info e prenotazioni da qui

Buon compleanno Faber! / Il 18 febbraio

Chissà che voce avrebbe, a settantaquattro anni, Fabrizio De André. Pastosa, roca, ancora più fonda, piena o esile; o forse immutata: ci sono voci che rimangono giovani per sempre. Non lo sapremo mai, purtroppo, ma chi vuol riascoltare la voce che aveva può fare un salto, a qualsiasi ora del giorno, alla Luna'sTorta.

Il 18 febbraio festeggiamo il compleanno di De André mandando la sua musica per tutto l'orario di apertura (dalle 8 alle 21, come al solito). A pranzo, poi, troverete piatti liguri di livello (e focaccia bianca e di Recco fin dalla mattina).

Impariamo l'arabo. I livello / Dal 20 febbraio

Per ragioni pratiche abbiamo posticipato l'inizio del corso di arabo al 20 febbraio e una delle conseguenze è che, se siete interessati, potete ancora iscrivervi! Ci sono ancora 5 posti.

Impariamo l'arabo è un breve corso che, a prezzi popolari, vi introduce allo studio della lingua e della cultura araba. Tra un tè e un pasticcino, impareremo l’alfabeto, un po’ di grammatica e di conversazione. Il corso non richiede conoscenze preliminari.

A tenere le lezioni sarà Paola Palladino, dell’associazione italo-algerina Jawhara. Gli incontri saranno 10, tutti i giovedì sera, dalle 19.30 alle 21 circa a partire, appunto, dal 20 febbraio.

> Altre informazioni e iscrizioni da qui

Piglia un uovo che ti sbatto / Venerdì 21 dalle 20

Piglia un uovo che ti sbatto è un testo teatrale diventato libro (grazie a Compagine), che torna al teatro durante le presentazioni, Perché l'autore/attore, Dario Benedetto, è un eccellente comedian e vi farà morir dal ridere. Perciò il 21 febbraio, dalle 20 circa (prima l'aperitivo, poi lo spettacolo) non perdetevelo!
Ingresso gratuito, altre informazioni qui.

Per un'ora di nuoto di Laura Salvai / Sabato 22

Presentare in libreria un e-book potrà sembrare strano. Qual è il guadagno del libraio, se il libro non si può vendere alla fine dell’incontro? Semplice: il guadagno sta nell’ascoltare una bella storia, raccontata da una brava autrice, insieme a una casa editrice fatta da gente in gamba.

La brava autrice – e la migliore editor che io conosca – è Laura Salvai, che per Matislko (l’editore in gamba) ha pubblicato Per un’ora di nuoto. Lo presenteremo sabato 22 febbraio, dalle 20 in poi. Insieme a Laura ci saranno Cesare Oddera (uno degli editori), Francesco Deiana (ottimo poeta, per l’occasione lettore) e Nino Salzano (maestro di chitarre).

> Prenotate un posto da qui!

Due libri a tempo indeterminato

Anche le uscite, in libreria, come le stagioni, son spesso precarie. Le novità durano due mesi, o meno, poi spariscono. Questi due, usciti da poco  o da pochissimo, non spariranno dagli scaffali della Luna'sTorta, neanche se - come ovviamente accadrà - ne farete incetta (poi li riordiniamo, non fatevi scrupoli).

> Quasi mai, di Daniel Sada (Del Vecchio). Barocco, sensuale, scritto con una prosa eccessiva, con ripetizioni, invenzioni linguistiche e altre ripetizioni. Ci vuole concentrazione, per seguire un libro così, ma è una lettura che dà godimento intellettuale e anche sensuale. Ambientato nella provincia messicana, scritto nel 2008 e arrivato in Italia lo scorso novembre. Il libro - come oggetto: veste grafica, carta e tutto - è tra l'altro bellissimo. Non dimenticatevi di leggere le istruzioni per l'uso alla fine!

> Io sono Red Baker, di Robert Ward (Barney). Romanzo del 1985, appena tradotto per una nuova casa editrice e appena presentato alla Luna'sTorta. Pensate a una canzone di Springsteen messa in letteratura.
Comincia così:
La storia che sto per raccontarvi parla di come io, Red Baker, abbia perso lavoro, orgoglio e famiglia e sia stato tremendamente vicino a rimetterci anche la casa e la vita ma, grazie a un atto di ingenuità, sia riuscito (almeno per il momento) a riavere tutto quanto.
Non c’è mai stata una storia a lieto fine a Baltimora, ma questa è quanto di più vicino a un lieto fine abbia mai sentito.
Quello che successe fu questo.

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.