Notizie dalla Luna'sTorta / Librai anonimi

cari amici,

immaginatevi una stanza spoglia, ma verniciata di fresco, illuminata da tenui luci, sulle pareti quadri con tramonti, albe, colori accesi; e al centro un grande tavolo tondo, attorno a cui stanno diciotto, venti persone con sguardi irrequieti, posture rigide, in silenzio.

Poi a un certo punto uno si alza, tentenna, si risistema gli occhiali spessi da presbite, si asciuga il sudore, dà un altro colpetto agli occhiali, si schiarisce la voce e dice: "Mi chiamo Melchiorre, ho 47 anni e sono un libraio. Ho smesso da 7 anni ma a volte mi viene ancor voglia di consigliare un giallo andaluso a uno sconosciuto, per strada".

Segue un piccolo applauso in punta di dita, quindi si alza una giovane donna: "Mi chiamo Rolanda, ho 32 anni e sono una libraia. Sono pulita da sei giorni, anche se ho ancora una colonna di romanzi sopra il comodino che raggiunge i tre metri e dieci. L'ho misurata ieri. Ma non li ho più toccati, giuro! Voglio una vita normale, non li voglio più vedere, quei cosi...".

Ecco, stanze del genere non esistono, ma dovrebbero esserci. Fare il libraio, essere un libraio, è una malattia dai contorni clinici sempre più chiari. Ci si assuefà all'odore della carta, si frequentano solo altri librai, si commentano le nuove uscite, si parla per citazioni; per addormentarsi, non si contano le pecorelle, ma i codici isbn. In breve, la vita sociale è azzerata.

Ci vorrebbe, una stanza del genere, ma appunto non c'è, e quindi nelle prossime righe parleremo, ma guarda un po', di libri.

Cosa leggo a ottobre? Qualche buon consiglio

Otto bei libri che sanno d'autunno. E poi altri due

Ci sono state un sacco di belle novità, per chi ama i libri, nelle ultime settimane, da Argento vivo, commedia gialla di Marco Malvaldi (Sellerio), a La vita sognata di Ernesto G., nuovo romanzo di Jean-Michel Guenassia (Salani).
(Guenassia è l'autore di un gran romanzo, Il club degli incorreggibili ottimisti).

Poi Adelphi ha ristampato un gioiellino di Mordecai Richler (La versione di Barney): Joshua ieri e oggi. E Bao Publishing ha dato ai millemila fan di Zerocalcare un suo nuovo romanzo a fumetti: Dodici.
Tanta carne al fuoco, insomma, riassunta in questo articolo.

A cui possiamo aggiungere un paio di nuovissime uscite:
> Ologramma per il re, che è il ritorno di Dave Eggers al romanzo. La storia - che procede per brevi paragrafi, piccole pennellate ben fatte, precise - è molto intrigante: un cinquantenne americano con un gran bisogno di soldi si trova a dover vendere alta tecnologia al re saudita Abdullah, che sta costruendo una favolosa città nel mezzo del deserto. Il romanzo scorre molto bene, è divertente, molto meno sperimentale di altri scritti da Eggers. Da leggere.
> Un tipo a posto, di Miriam Toews (Marcos Y Marcos). Libro scritto qualche anno fa e appena tradotto in italiano. La trama è molto ingegnosa: Algren ha precisamente 1.500 abitanti. Con uno in meno sarebbe un paese, non una citta; uno in più e perderebbe il titolo di "città più piccola del Canada". Una sciagura, visto che il presidente del Canada ha promesso di far visita alla cittadina più piccola del Paese, entro pochi mesi.
Così il sindaco Hosea Funk si trova a far la contabilità delle nascite e delle morti. E quando la sua fidanzata, che abita in un comune vicino, gli propone di convivere, Hosea si trova a non saper più che fare.

A novembre! / Mostre, foto, poesia

Il prossimo sarà un mese particolarmente ricco di appuntamenti di ogni tipo. Ecco i primi, rapidamente riassunti:

> Martedì 5 novembre, dalle 20.30 circa, c'è una proiezione di fotografie sul Cammino di Santiago. Tre ragazze che ci sono state raccontano la loro esperienza con un po' di aneddoti e qualche immagine. Altre informazioni qui.

> Mercoledì 6 novembre, dalle 21, c'è l'inaugurazione di una mostra di foto su New York, impreziosita da letture tratte da grandi romanzi americani, ovviamente sulla metropoli statunitense. Altre informazioni più sotto e su questa pagina.

> Sabato 9 novembre c'è un reading delle splendide poesie di Anna Martinenghi, tratte dal libro Il cielo di scorta. A leggere sarà Nevia Mertén. Dalle 20 l'aperitivo, alle 21 circa il reading. Altre info su questa pagina (e nella prossima newsletter).

> Domenica 10 novembre, dalle 10 e per tutta la mattinata, altro reading al femminile! Femina versi è il titolo della raccolta di poesie di Micaela Balìce, che presentiamo con un reading e la proiezione del progetto artistico Femminile magico, di Ilaria Ruggeri Buia e Sara Stella Caposio, in esposizione a Paratissima IX. Anche qui, maggiori infromazioni nella prossima newsletter e su questa pagina del sito.

Una mostra imperdibile per chi ama New York City

mercoledì 6 nov. dalle 21 / NYC up and down

"Non una mostra, ma una condivisione di immagini. Io non sono un fotografo, sono solo un tipo curioso che non sapendo dipingere scatta fotografie." Parole di Augusto Montaruli, il non fotografo di questa non mostra, che da brava non mostra non inaugura il 6 novembre alle 21.
Voi non fate che non venite, neh!
La non inaugurazione, officiata dal maestro di cerimonia Massimo Pizzoglio, sarà impreziosita da letture di grandi romanzi americani che parlano di New York. La scelta dei testi è di Marta Ciccolari Micaldi, blogger, editor e giornalista. Alle letture, l'attrice Diletta Dalla Casa.
Altre informazioni e qualche foto su questa pagina.

Tutti i pomeriggi, per studenti di elementari, medie e superiori

Lezioni conTorte / Gruppi di studio con merenda

Nei giorni feriali alla Luna'sTorta organizziamo gruppi di studio seguiti da un'insegnante giovane e simpatica, Alessia. I prezzi sono molto popolari (niente a che vedere con le lezioni private, per intenderci!) e, cosa da non sottovalutare, la merenda è inclusa la merenda è inclusa!

Le lezioni conTorte sono solo su prenotazione e sono rivolte a chi studia alle elementari, alle medie e al liceo.

> Prenotatevi da questa pagina

...se questa mail vi è piaciuta, fatela girare!

Grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono (probabilmente a loro insaputa) da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.