Le news della Luna'sTorta / Raddrizzamenti

cari amici,

ora che s'è visto che il nostro vero talento nazionale è raddrizzare cose, c'è il rischio che qualcuno si faccia prendere la mano e, dopo la carcassa della Costa Concordia, provi a tirar dritta qualche altra cariatide. Squadre di valenti raddrizzatori sono segnalate in avvicinamento a Pisa, dove da secoli pare ci sia una torre sbilenca che nessuno d'è mai degnato di mettere a posto.

Capite bene che in questa situazione avere un locale che si chiama Luna'sTorta non ti fa sentire per niente al sicuro. Solo ieri abbiamo dovuto affrontare un drappello di pensionati, che si avvicinavano imbracciando martinetti idraulici e cordame. Siamo riusciti a disperderli mettendo in giro la voce che Valentino e Valentina si fossero ribaltati nel Po. Speriamo non tornino mai più.

Forti dei tre anni appena compiuti, comunque, e visto l'incombente autunno, la Luna'sTorta prova a raddrizzarvi l'umore, con una serie di appuntamenti di un certo tonnellaggio. Eccoli!

Un percorso attraverso la canzone d'autore italiana e straniera

Sirianni in Songwriters / giovedì 19 settembre

Federico Sirianni è un cantautore che sa mettere le parole in musica come pochi altri. E il 19 settembre alla Luna'sTorta ha deciso di proporre un piccolo percorso tra i cantautori italiani e stranieri che ama.

Songwriters, questo il nome dello spettacolo, approda in via Belfiore 50 giovedì 19 settembre. Dalle 19.30 l'aperitivo, a seguire (ma non tardi, attenzione!) la musica (De André, Tenco, Leonard Cohen. Tom Waits, Shane MacGowan...). Se volete prenotare un posto, cosa assai consigliata, basta andare su questa pagina.

Il concerto sarà anche l'occasione per presentare il corso che lo stesso Sirianni terrà a partire dal 2 ottobre: un corso di scrittura di canzoni e non solo. Bello, vero? Leggete tutte le informazioni su questa pagina.

La schiuma dei giorni di Vian è diventato un film. E uno spettacolo

Vianeggiamenti / 27 settembre dalle 19.30

Dal libro di Vian al film di Gondry. Uno spettacolo ripercorre la grande storia d'amore della Schiuma dei giorni. Due attori, insiee a spezzoni dal film e musiche di Duke Ellington, in un'ora raccontano l'amore tra i protagonisti Chloé e Colin. I toni sono surreali, romantici, visionari: non a caso La schiuma dei giorni è il capolavoro di Boris Vian.

Venerdì 27 settembre, dalle 19.30 l'aperitivo, a seguire lo spettacolo. Con Ilaria Di Meo e Michele Liuzzi alle voci e la collaborazione di Aiace Torino e Marcos Y Marcos. Altre informazioni qui.

Un po' di illuminismo per rischiarare questi tempi bui!

Un corso allegro di filosofia / dall'8 ottobre

Le accurate immersioni filosofiche di Raffaella Paisio dalla plancia di Luna’s Torta quest’anno toccheranno fondali  pescosi  ed incantevoli. Lungo  rotte sette e ottocentesche solcheremo le acque dell’Illuminismo e del Romanticismo, alla ricerca di pesci misteriosi e pregiatissimi: da Rousseau a Voltaire, da Hegel a Kierkegaard...

Il corso ha un prezzo popolare (7 euro a lezione), comincia l’8 ottobre e prosegue ogni martedì alla Luna’sTorta, dalle 19 alle 20.30 circa. Info e iscrizioni da qui.

Due bei nuovi arrivi alla Luna's

Chiudiamo segnalando due nuovi arrivi in libreria, che val la pena di passare a sfogliare, secondo me:

> Come diventare ricchi sfondati nell'Asia emergente, di Moshin Hamid, già autore del Fondamentalista riluttante (tutto Einaudi). Hamid è un ottimo scrittore pakistano e per quest'ultimo romanzo ha scelto la forma brillante del finto manuale di autoaiuto. Immagina di rivolgersi a un povero bambinello che vive nella campagna di un qualche paese e gli dà consigli per diventare ricco e potente. Ricorda un po' La tigre bianca dell'indiano Aravind Adiga (il traduttore è peraltro lo stesso, Norman Gobetti). Se vi interessa un bel ritratto della nuova Asia, leggetelo!

> Cuore di bestia, di Noëlle Revaz (Keller editore) è una vera sorpresa, per quanto Keller sia un eccellente piccolo editore. Una coppia di lavoratori dei campi, lui burbero e dominante, lei in apparenza sottomessa. L'arrivo di un operaio stagionale, un marcantonio portoghese, scombina tutto. A raccontare la storia - ambientata nella campagna svizzera, tra le Alpi - è il protagonista maschile, semi analfabeta, con un linguaggio splendido (anche qui va reso merito alla traduttrice italiana Maurizia Balmelli).

...se questa mail vi è piaciuta, fatela girare!

Grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono (probabilmente a loro insaputa) da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.