La newsletter dalla Luna'sTorta / Il libro dell'estate

Un anno, per un banale errore di programmazione editoriale, il libro dell'estate uscì che era inverno. Nella maggior parte delle sue pagine, i protagonisti erano in costume, o in maglietta; solo in una scena l'anziana Mariangela De' Ubaldis, contessa pazza, indossava un golfino sulle spalle. Fuori però c'erano due gradi, di sera ghiacciava, tirava un vento tagliente e i personaggi del libro cominciarono ad ammalarsi di polmonite, poi a morire. Resistette solo la contessa De' Ubaldis, stremata, che nelle ultime 130 pagine si dovette produrre in un monologo ininterrotto.
Il libro dell'estate vendette pochissime copie, quell'anno, d'inverno.

Un altr'anno, il libro dell'estate era la Fenomenologia dello spirito di Hegel, in edizione tascabile, con in copertina due che si baciavano in spiaggia. Era una mossa furba dell'editore, che doveva far fuori quattordicimila copie invendute della Fenomenologia. La gente se lo portava al mare, leggeva frasi come: "Il signore è la coscienza che è per sé; ma non più soltanto il concetto della coscienza per sé, anzi coscienza che è per sé, la quale è mediata con sé da un'altra coscienza" e prendeva delle grandi insolazioni, anche all'ombra.
Il libro dell'estate fece diversi feriti, quell'anno.

Poi un anno erano finiti i soldi, era un anno molto simile a questo, e il libro dell'estate era il primo capitolo di grandi classici, che un quotidiano distribuiva gratis. La gente leggeva molto, era estate, solo che lo faceva in modo strano. Il primo capitolo di Anna Karenina, poi il primo di Cuore, poi dei Miserabili, poi della Lettera scarlatta e così via.
Si faceva fatica a seguire le mosse di Anna Karenina, quell'anno.

Un anno, infine, il libro dell'estate era davvero il libro dell'estate: tiratura totale, una copia. Fu stampato a Chiavari, da un editore vecchio stile, con il tornio a caratteri mobili. Lo comprò un ombrellaio, che lo rivendette a un piccolo libraio, quindi a un bagnino. Passò di mano moltissime volte, a prezzi sempre più alti: un bagnino, un turista milanese, un tedesco che stava studiando l'italiano, un nobile non decaduto, un finanziere, un'attrice emergente, il comune di Roccafocaccia, un porporato.
Il libro dell'estate vendette moltissimo quell'anno, nonostante la bassa tiratura. Di cosa parlasse non è mai giunta notizia.

Quest'anno invece il libro dell'estate - in attesa che arrivi anche l'estate - ve lo consigliamo noi, poco sotto.

Luna'sTorta d'estate: un nuovo orario e ogni sera aperitivo con le tapas

APERItapas / Servite ogni sera fino alle 22

Da una settimana Luna'sTorta è passata all'orario estivo: tutti i giorni continuato dalle 10 alle 22, tranne il lunedì (16-20) e la domenica (10-16).

Di sera, se volete star leggeri, c'è un aperitivo a base di tapas! Piattini molto sfiziosi, a partire da 1,5 euro. Per altre informazioni leggete qui (yum!).

Gialli, libri di viaggio, romanzi e tascabili

Sedici libri per l'estate (che prima o poi arriva)

D'estate si legge più del solito, recitano le sacre scritture dei librai. Se cercate qualche buon spunto di lettura, date un'occhiata a questa guida: sedici libri consigliati tra gialli, romanzi non di genere, libri di viaggio e tascabili. 

Partire è un po' morire, ma spesso val la pena di correre il rischio

Parti? Alla Luna'sTorta le guide turistiche son scontate!

1 > Voi state programmando un viaggio.
2 > Alla Luna'sTorta ci sono un sacco di belle guide turistiche scontate.

Aristotele direbbe che c'è un collegamento logico tra le due affermazioni. E anche io son d'accordo, se devo dire.

Gli sconti
: si applicano solo alle guide disponibili in libreria. Sono del 15% sulle Lonely Planet (Bibbie del viaggiatore), sulle Dumont (tascabili e pratiche), sulle Routard (per chi viaggia zaino in splla), del 30% per le splendide Polaris e del 50% sulle vecchie edizioni.
Per avere l'elenco completo andate su questa pagina, che aggiorniamo spesso con i nuovi arrivi.

...se questa mail vi è piaciuta, fatela girare!

Grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono (probabilmente a loro insaputa) da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.