La newsletter dalla Luna'sTorta / Mezza stagione vendesi

Vendesi mezza stagione, ottimamente conservata, priva di temporali improvvisi, tifoni, giorni di pioggia infinita, ondate di calore o altro; un'autentica mezza stagione come non ne fanno più, col clima che gradualmente scivola dal fresco al caldo, ogni giorno un mezzo grado in più, qualche raro piovasco, cielo altrimenti terso, rondini contente, fiori.
Pezzo unico, per veri intenditori. Atenersi meteorologi e perditempo(rali).

Quest'annuncio, cari amici, compare su un noto settimanale specializzato, seguito da un testo stampato più in grande: MEZZA STAGIONE A METÀ PREZZO!!! SOLO PER LE PRIME 100 TELEFONATE.
Manca però il prezzo e soprattutto manca - chissà se per errore o per burla - il numero di telefono. Quindi niente, anche quest'anno le grandi pianure alluvionali si trasformeranno in deserti sabbiosi nel giro di una settimana.

Prima che questo accada ci sono però molte cose che si possono fare in questo clima neo-autunnale: contare le gocce che cadono in una pozzanghera, analizzare i tracciati della pioggia su una finestra, calcolare il colore più diffuso tra gli ombrelli e farne un grafico a torta, mangiare una torta, andare alla Luna'sTorta (pubblicità subliminale), misurare il livello di mari e fiumi, osservare la faccia sempre più terrea della gente e quella, ormai da psicopatico, del vicino che ha comprato una 500 cabrio giusto un mese fa.

Poi certo, si può leggere (qui sotto trovate due libri waterproof, ottimi per i giorni di pioggia) e poi partecipare a questi eventi qui:

Una colazione dolce, salata ma soprattutto molto sapida!

Uno dei più bravi giovani illustratori italiani, Paolo Castaldi, passa da via Belfiore 50 per due belle chiacchiere informali, davanti a un buon brunch e in compagnia di Augusto Rasori (autore di fumetti di satira e speaker radiofonico) e Sara Bauducco (Gli amanti dei libri). Non mancate! Alle 11 di domenica 5 maggio.

Paolo ha pubblicato due libri per Beccogiallo editore: una biografia di Diego Armando Maradona e Etenesh, storia di una migrante etiope in viaggio verso l'Italia. Se vi appassiona quel misterioso talento che permette a chi ne è dotato di raccontare qualsiasi storia disegnandola dovreste proprio partecipare.

Se volete poi farci un favore prenotate un posto da questa pagina: questo ci permette di sapere più o meno quanta gente aspettarci, così evitiamo di sprecare cibo.

Fabrizio De André proposto da Federico Sirianni, Marina Pretti e Fulvio Grosso

Faber contro Faber / giovedì 9 maggio dalle 20

Faber contro Faber, ovvero: due modi di interpretare De André a confronto, una gara – più un gioco che una competizione – tra musicisti che hanno eletto il cantautore genovese a modello (tra gli altri).

E quindi: all'angolo sinistro Federico Sirianni, cantautore genovese che da anni vive a Torino; nell'altro angolo sinistro – ci sono ring fatti così, con due angoli sinistri  Marina Pretti (voce) e Fulvio Grosso (chitarra), un duo che da tempo tributa concerti a Faber.

Chi vincerà? Sarà il pubblico a deciderlo e a stabilire quindi a chi andranno i ricchissimi premi (eggià!). Fossi in voi, io mi prenoterei immantinente da questa pagina.

Per chi ama i Balcani (e magari pensa di andarci!)

Da qualche tempo la Luna'sTorta collabora con l'associazione Step Over, che organizza viaggi con un taglio che ci piace molto. Ogni tanto, di sabato, i ragazzi di quest'associazione passano dal locale per raccontarvi i prossimi viaggi.
Il 4 maggio è la volta dei Balcani, perciò se vi interessano fate pure un salto! Un incontro informale, dalle 17 circa, attorno a un tavolino.
Altre informazioni sul viaggio e su Step Over su questa pagina.
(E sempre a proposito di Balcani, c'è un bel libro consigliato appena sotto)

Una giornata intera dedicata a festeggiare una casa editrice che riapre: Zandegù!

Zandeday / sabato 4 maggio in vari punti di Torino

C'era una volta Zandegù, la casa editrice più giovane d'Italia, fondata da una ragazza di poco più di vent'anni. C'era una volta e c'è ancora, tornata in piena attività da qualche mese con ebook e corsi a tutto spiano!

Dopo mesi di fervore lavorativo, appunto, è arrivato il momento di festeggiare e Zandegù lo farà in vari punti della città, con una festa finale all'Imbarchino al Valentino. Qui ci sarà uno slam con scrittori vivi (che impersoneranno autori morti) e poeti vivi (che impersoneranno se stessi).
Chiaro? No? Boh? Non importa: sappiate che sarà mooolto divertente! E che non mancherà un piccolo banco con libri vari, gestito dalla Luna'sTorta.

Letteratura waterproof (libri resistenti alla pioggia)

> Non so niente di te, di Paola Mastrocola, non infeltrisce sotto la pioggia, nonostante la quantità di pecore impiegate. La scena iniziale - un gregge di pecore in un'aula universitaria, mentre due giovani ricercatori espongono una rivoluzionaria teoria economica - è solo la prima di una bella serie di trovate, grazie a cui la Mastrocola parla del rapporto tra figli e genitori e più in generale dei nostri tempi.
Dopo la performance con le pecore, Filippo detto Fil sparisce. La famiglia - che lo credeva negli USA e lo scopre in Inghilterra - non sa più dove sia. Non sa più chi sia. Uno spaesamento simile al nostro, di noi tutti, di fronte ai tempi strani che viviamo, che l'autrice torinese racconta con un'abile distopia (immagina che la voce narrante venga dal futuro). Il romanzo è appena uscito per Einaudi e costa 18,5 euro (anche il prezzo è proiettato nel futuro, diciamo, ma in questo caso li vale).

> Anche La figlia, di Clara Uson, parte dalla famiglia per raccontare il mondo; ma in questo caso il fuoco è sui Balcani e sulla loro storia complicata e violenta. La Uson mescola  pura fiction e personaggi storici e fa perno sul personaggio di Ana, brillante studentessa di medicina serba, bella, intelligente e incidentalmente figlia di Ratko Mladic (anche Ana è un personaggio storico, ma è bene non dire altro per non rovinare la trama).
La figlia, romanzo bello ma non leggero, è uscito ora per Sellerio nella rinnovata, splendida collana Il contesto, e costa 16 euro.

Se questa mail ti è piaciuta, falla girare!

Grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono (probabilmente a loro insaputa) da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.