Testata

Stanno tutti bene

"Sto bene, sto molto bene!" In questo periodo di influenze e dolori di stagione ce lo ripetiamo come un mantra, una sorta di strana formula magica dal potere antinfiammatorio e pure un po' analgesico per far fronte alla schiena incriccata. Lo ripetiamo con ironia, con autoironia, mentre un ginocchio fa "clac" quando raccogliamo qualcosa da terra. 

"Sto bene, sto molto bene!" Meglio del vicks vaporub ci allarga le vie respiratorie spesso e volentieri in una sana risata. "Sto molto bene" è la nostra formula magica, il nostro incanto patronus (o forse il nostro riddiculus), il nostro cornetto scaramantico attaccato al portachiavi.

"Sto bene, sto molto bene!" sa funzionare meglio del prozac. A volte non utilissimo come maalox - ché i bruciori di stomaco ci vengono lo stesso, e a volte pure qualche reflusso - ma sicuramente alla lunga molto efficace come digestivo.

"Sto bene, sto molto bene!" ci accompagna a volte un po' più a lungo, a volte per brevi periodi. A volte è più vero, altre volte di meno. A volte è un augurio, altre una speranza, altre un obiettivo. L'unica cosa certa è che ripeterlo, alla fine, fa bene al cuore.

è possibile che nei prossimi giorni ci sentirete ripetere spesso "Sto bene, sto molto bene!". Ecco, ora sapete che stiamo ripetendo una formula magica che nemmeno le streghe del Macbeth. Sappiate che questa formula magica di solito funziona davvero, e funziona soprattutto se un po' ci credete anche voi mentre lo diciamo.
Quindi preparate i calderoni, lunatici, facciamo un bel coretto per scacciare mali di stagione e attorcigliamenti di stomaco. Gli uni e gli altri in ugual misura.
E poi alla fine vedrete, staremo tutti bene.
Etciù.

(Ah... ovviamente ringraziamo Arianna Dell'Arti per l'ispirazione!)

---

Giovedì 19 gennaio | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Arianna Dell'Arti: Sto molto bene

Ironizzando sui malesseri finti benesseri del quotidiano Arianna Dell’Arti sarà tra i tavoli di Luna’s Torta per farci ridere delle più o meno inconsapevoli idiosincrasie e nevrosi che ci bersagliano nel quotidiano a confronto con gli altri, ma anche semplicemente con noi stessi, in una carrellata di situazioni assolutamente plausibili, ma portate all’estremo, facendone cogliere i lati più ridicoli.

Sulla scia del motivo “ogni risata toglie un chiodo alla cassa” vi invitiamo a togliervi un po’ di pensieri pesanti e a trascorrere una serata all’insegna del motto di spirito intelligente. E chissà che a fine spettacolo alla fatidica domanda non riusciate a rispondere convinti: Io Sto Molto Bene!

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Venerdì 20 gennaio | h 19.30 aperitivo, h. 20.30 spettacolo

Compagnia Art.ò: Domani è un altro G.

Torna tra i nostri tavoli Vincenzo Valenti con la Compagnia Art.O’ per ricordare Giorgio Gaber, scomparso il primo gennaio del 2003.

Domani è un altro G  è un tributo a Giorgio Gaber: una sobria presentazione di alcune canzoni e testi di prosa dal ritmo divertente, ironico e riflessivo. Nel vasto panorama dei suoi testi è stata fatta una selezione tra quelli che trattano il tema dell’amore, della donna e dell’individuo nella sfera del rapporto di coppia.
Uno spettacolo fruibile con la leggerezza offerta dalla comicità dei testi e dall’accurata e misurata interpretazione dei musicisti e dell’attore.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Sabato 21 gennaio| h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Compagnia Sumadai presenta Il club dei segreti

Ospitiamo per la prima volta da Luna’sTorta la compagnia di improvvisazione teatrale Sumadai con lo spettacolo Il club dei segreti.

Attori, scena e nessun copione: le storie s’improvvisano. I segreti diventano reali, prendono vita attraverso immagini, suggestioni, parole e suoni; le bugie vengono smascherate senza pietà davanti agli occhi sgranati di un pubblico che riconosce parte delle storie proprio perché quelle sono le loro storie.
“E quando tutto sarà finito ritornerete lì fuori indossando la vostra maschera… tanto ci penseremo noi, la prossima volta, a togliervela di nuovo.”

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Domenica 22 gennaio | dalle 12 presentazione e brunch

Francesca Sanzo presenta A due passi dalla meta

Francesca Sanzo - che già aveva raccontato in 102 chili sull'anima la sua "muta" (così la definisce lei) che l'ha portata in un anno dai 102 ai 60 kg di peso - presenta da Luna'sTorta il suo secondo libro, A due passi dalla meta, edito da Giraldi Editore.

Francesca torna a parlare di quella trasformazione con uno sguardo nuovo, intenso e originale: quello di una persona che ha fatto del raccontare il suo lavoro, ma anche il suo percorso esistenziale, e che ha scoperto su di sé, per poi narrarlo, il potere condizionante e trasformato delle parole.

Conduce l'incontro: Alessandra Racca

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

Come di consueto eccovi i tre titoli della settimana, a cavallo tra autobiografie, biografie per oggetti e sperimentazioni. Ce n'è per tutti i gusti, fatevi ispirare!

Anatomia di un soldato di Harry Parker (SUR, 17,50 euro)

Tom Barnes è un giovane capitano dell’esercito britannico in Afghanistan, che durante una missione salta in aria su un ordigno improvvisato e perde le gambe; Latif è un ragazzo afghano che milita nelle file dei ribelli, mentre Faridun, suo amico d’infanzia, cerca di vivere pacificamente nel proprio villaggio; neanche loro saranno risparmiati dalla ferocia del conflitto. Anatomia di un soldato racconta la storia – tragicamente ordinaria – di questi tre personaggi in maniera straordinariamente originale, attraverso 45 capitoli ciascuno narrato da un oggetto testimone della vicenda. Ciò che raccontano, dalla loro prospettiva ravvicinatissima, è solo il dramma eterno della guerra, con il suo portato di dolore, distruzione e morte, ma anche la capacità umana di conservare, malgrado tutto, la speranza. 

Sono uno zainetto verde oliva da trenta litri. BA5799 mi comprò allo spaccio di un presidio militare quando era ancora sotto addestramento. Durante la mia prima esercitazione cercò di sporcarmi in modo che non sembrassi più nuovo, ma consumato e vissuto – non come si sentiva lui, ma come avrebbe voluto sentirsi.

L'enigma dell'arrivo di V.S. Naipaul (Adelphi, 24 euro)

Un'intensa meditazione autobiografica e una delle più ipnotiche narrazioni della maturità di Naipaul. Tutto ruota intorno al luogo in cui lo scrittore si insedia al suo ennesimo ritorno in Inghilterra: un cottage nella valle del Wiltshire che solo un breve viottolo separa dall’incanto arcano di Stonehenge. Da qui lo scrittore scruta la comunità circostante - come un microcosmo ibernato in una «rete di risentimenti reciproci» - e ricorda le tante sequenze del suo passato di nomade e apolide, dalla Trinidad romantica e perduta della sua infanzia a una Londra «estranea e sconosciuta». Un percorso umano e intellettuale di disillusione radicale, in cui Naipaul trova il solo appiglio e la sola vera patria in una tortuosa vocazione di scrittore.

Il suo giardino mi insegnò le stagioni, e io giunsi conoscere in modi nuovi delle cose che avevo già visto molte volte. Vidi spuntare i fiori sui suoi meli ben potati, imparai il colore dei fiori, lo conservai nella mia mente, lo collegai a un certo periodo dell'anno; [...] Guardavo con piacere. Ma la conoscenza mi veniva lentamente. Non era come la conoscenza quasi istintiva che avevo a Trinidad; era come imparare un'altra lingua.

Grande Nudo di Gianni Tetti (Neo Edizioni, 17 euro)

Il destino dell’uomo è segnato. Anche la terra sembra saperlo. Si apre, poi mastica e inghiotte, affamata. Tempi di guerra, di carestie e vendetta.
Non c’è scampo agli attentati che si susseguono in città né rimedio ai fondamentalismi verso i diversi, non c’è salvezza dalle nubi tossiche né speranza nella misericordia umana.
C’è solo una possibilità. È scritta nel vento. E porta un nome: Maria.
La riscossa degli ultimi parte da una Sardegna infetta, un’isola/mondo in cui i cani governano e un pescatore affetto dal morbo guida un’orda stracciata verso la terra promessa.

Corre. Il cuore in gola. L’ululato che continua. I cani. Si volta. Alcuni sono rimasti fermi. Altri le vanno dietro. E quasi l’hanno raggiunta. Correva da bambina in mezzo alle strade sporche di quella città affollata. A vederla adesso, vuota, falciata, non si direbbe ma c’erano strade e piazze piene di gente. Lei, da ragazza, correva per quelle strade. Suonavano i campanelli, lei e Gianfranco, l’amore. Il suo amore da quando erano ragazzini. Quindici anni. Un amore per cui dare tutto. Erano uguali. Erano belli. Capirsi al volo. Soffrire insieme. Toccarsi al buio. Suonavano i campanelli, facevano trillare i citofoni, poi scappavano, giravano l’angolo, si baciavano ancora col fiatone, ridendo per gli insulti delle loro vittime.
Il palazzo è a un passo. Dei cani si sente l’affanno e la voglia, come una calamita che ti rallenta.

---

LA PROSSIMA SETTIMANA...

- Giovedì 26 gennaio - h 20.30 Tiberio Ferracane in Ho rubato Luigi Tenco

- Venerdì 27 gennaio - h 18.30 Patrizio Belloli presenta "Sangue Bluette"

- Venerdì 27 gennaio - h 21 Saulo Lucci in ParaMi, ParaTi, ParaIso: Rino Gaetano Marziano

- Sabato 28 gennaio - h 21: Atti Impuri Poetry Slam. Competizione a squadre

- Domenica 29 gennaio: h 12: Chiara Trevisan presenta il Circo di Pulci di Valentino

---

Dal 20 settembre Luna's Torta torna al suo orario autunninvernale!

° Lunedì chiuso!
°Martedì e Mercoledì 9,30-20,00
°Da Giovedì a Sabato 9,30-23,30 (circa, a motivo degli eventi che si svolgeranno nelle serate)
°Domenica 9,30-20,00

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Noi però li ringraziamo: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scriviamo con le letterone belle grandi apposta.