Testata

Graaaaande Giove!

L'altro giorno parlavamo con un ormai amico che ci aveva incontrato in tempi altri, in un'altra realtà e situazione. Ricordava benissimo la situazione e la realtà altra, ma non aveva collegato che le persone che credeva altre fossero in realtà le stesse: noi! Ci aveva in qualche modo sdoppiato, nel tempo e nello spazio

Questo, a parte suscitare gran risa e un rimbrotto da stordito al malcapitato, ha fatto sfrizzicare la nostra fantasia facendoci venire in mente che... è un'idea un po' folle, ma anche affascinante. Pensate esistesse un mondo parallelo solo distante un piccolo piano sfalsato da quello che viviamo e che percepiamo come il nostro quotidiano, la Realtà. Una realtà altra insomma, in cui noi siamo noi, ma declinati in quell'altra maniera, in quell'altro tempo, in quell'altro spazio e forma.

E pensate se tutti avessimo un doppio, un alter ego uguale ma diverso, che è noi stessi, ma moventesi in uno spazio-tempo un poco diverso, solo una virgola, ma abbastanza perché tutto sia differente, anche se simile...
E, andando avanti, vagheggiamento dopo vagheggiamento, immaginate esistano varchi tra questi due mondi paralleli che qualcuno può attraversare e percepire quindi le due identità simili ma distinte (vedi l'amico di cui sopra)... Situazione da quasi cortocircuito. E continuando nella fantasia perversa immaginate che le due identità, simili ma dissimili, une, ma anche altre, alle parole del suddetto amico, scalfita la loro unicità, si sentano piccate e si facciano guerra senza quartiere... e senza guerra: esistendo in mondi paralleli LORO davvero non s'incontrerebbero mai, se non compromettendo l'andamento spazio-temporale del nostro piccolo-grande pianeta.

Immaginiamo ahinoi cosa stiate pensando leggendo queste righe: cresciuti con troppo Ritorno al futuro nelle orecchie, negli occhi, nella testa tutta.

'mbè??? Ci faremo anche straviaggi surreali, ma intanto, sapete la mente come vola leggera su queste surrealtà caserecce???

Bè. Se incontrate qualcuno che vi somiglia un tot, che ha le vostre movenze, la stessa vostra età (può darsi anche un paio di anni in meno), che veste in modo simile, magari, ecco... sorridetegli. Chissà che i voli pindarici di questa newsletter non contengano granellini di verità!

Che lo sdoppiamento sia con voi, Lunatici!

---

Giovedì 15 dicembre | h 20 aperitivo, h 21 concerto

Davide Di Rosolini in concerto e impaginato

Cantante e musicista,ma anche attore e autore di sketch, Davide Di Rosolini si autodefinisce “fantArtista cantAttore creAttivo creAtino”. Artista completo e poliedrico, unico nel suo genere, Davide intrattiene il pubblico giocando, per offrire uno spettacolo in cui si mescolano canzoni e parole.
Il suo punto di forza sono i testi, divertenti e commoventi al tempo stesso, in cui la quotidianità si trasforma sino a raggiungere punte poetiche, riuscendo a mantenere sempre in tono scherzoso e leggero.

Luna'sTorta vi propone una serata a tutto tondo per scoprire non solo il Davide Musicista ma anche il Davide scritto, autore del libro "Al cuore non si comanda, ai dipendenti si" edito da SuiGeneris.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Venerdì 16 dicembre | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Para mi, Para ti, ParaJso: De Gregori al Sole

Para mi Para ti Paraìso è l’ultimo tratto di un viaggio lungo tre regni, tre cantiche, tre anni alla Luna’s Torta.
Dopo Hell o’ Dante e Poor Gateau Saulo Lucci affronterà i dieci cieli del Paradiso dantesco in dieci serate, come sempre alla Luna’s Torta, con l’arduo compito di farci dimenticare i ricordi scolastici; ma come sempre non sarà solo, perché le canzoni che lo hanno accompagnato fino alla soglia della terza cantica continueranno a sostenerlo più che mai.
Infatti la visione delle anime belle e dei cieli splendenti saranno goduti non solo grazie alle parole di Dante, ma anche attraverso quelle di dieci diversi autori musicali, ognuno dei quali sarà presente in un diverso cielo. E così tra le voci di Piccarda, Cacciaguida, San Pietro e compagnia Bella, scorgeremo quelle di De André, Rino Gaetano, Ben Harper e compagnia Cantante.
Venerdì 16 dicembre entreremo nel cielo del Sole per incontrare le anime dei sapienti e dei Dottori della Chiesa.

Ogni serata un diverso cielo, ogni cielo un diverso autore musicale, e così via fino all’Empireo dove incontreremo… beh in parte lo sapete già, per il resto potrete lasciarvi sorprendere dal grande racconto spettacolo della più grande opera di tutti i tempi, pur sempre Divina, ma pur sempre Commedia…

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Sabato 17 dicembre | h 20 chiusura

Evento Privato

Avvisiamo i nostri Cari Lunatici che sabato, contrariamente al solito, la Luna's non ospiterà eventi in quanto sarà sede di una festa privata. Vi aspettiamo comunque domenica dalle 9,30 alle 20 per le vostre colazioni, i vostri brunch, le vostre merende e i vostri regali. Non mancate!

---

Per tutto dicembre | h 15 - 20

Eccezionali Lunedì sulla Luna's

Ebbene sì, Lunatici! Eccezionalmente per tutto il mese di dicembre il Luna's apre i battenti anche il lunedì, di pomeriggio, dalle 15 alle 20: sappiatelo, così se vi si scatena una crisi d'astinenza da Luna's sapete che avrà breve durata e potrete scongiurarla venendoci a trovare!

Eccoci anche questa settimana con tre belle proposte succulente per la vostra fame di libri e letture saporite. Buttate un occhio e dite se non abbiamo fatto bene a stuzzicare la vostra curiosità!

[Lunatici, se cliccate su Lettera a una ragazza in Turchia e Ritratti dell'autore da cucciolo potrete acquistarli direttamente dal nostro paginone internet!]

Ritratti dell'autore da cucciolo AA.VV., Instar Libri (13 euro)

Un libro che ci ha incuriosito subito: contiene racconti, ma di un genere un po' particolare, perché sono i parti della fantasia di scrittori noti che narrano un episodio, un pensiero, un sogno o fantasticheria di quando erano bambini. E lo fanno a briglia sciolta e nei modi più disparati, dandoci accesso a quel mondo un po' magico che era il loro di fanciulli, quella realtà profumata di giochi e di regole mai troppo regolari. Seguendo l'adagio che in fondo siamo tutti un po' bambini siamo convinti che queste pagine sapranno catturarvi. E inoltre sosterrete una nobile causa, perché parte del ricavato andrà a sostegno di CasaOz.

Alla fine sua madre era riuscita a procurarsi un sillabario e le aveva insegnato a leggere, tra una faccenda e l'altra. C'era la guerra, erano scappate dalla città e dai bombardamenti sfollando in quella cascina, stipando i mobili in uno stanzone, e sua mamma aiutava nella stalla, nell'orto e nei campi, anche se non ne era tanto capace perché non l'aveva mai fatto prima. Ma era una donna giovane e forte, le difficoltà e il lavoro non la spaventavano, e la ruga verticale in mezzo alla fronte era dovuta solo al pensiero del marito lontano che chissà quando e se sarebbe tornato dalla Russia.

Lettera a una ragazza in Turchia di Antonia Arslan, Rizzoli (15 euro)

In una lettera immaginaria ad una ragazza turca Antonia Arslan ripercorre con senso storico e memoria ben salda il passato del suo popolo, soprattutto delle donne del suo popolo, che si sono contraddistinte per il loro coraggio, tenacia, la forza con cui si sono aggrappate alle tradizioni della loro cultura per trasportarle nel presente facendole rifiorire in un futuro migliore. Un dialogo intimo che si fa universale, per non dimenticare, perché dalle ferite si può scoprire quanto la presunta debolezza sia in realtà forza.

Presto si sparge la voce che è bella e cortese, ha un tratto gentile, abiti magnifici e perfino un cappellino alla moda di Parigi, con la veletta azzurra disseminata di piccole perle. E poi, aspetta già un bambino. In pochi giorni, è tutto un pellegrinaggio di donne (ma anche degli uomini che le accompagnano, curiosissimi) per conoscerla, ammirarla, e - se possibile - spettegolare: su Khayel che si è andato a cercare una sposa così lontano da casa, quando c'erano tante belle ragazze in città che non aspettavano altro; sulle nozze celebrate forse un po' troppo in fretta (e molte contano sulle dita i mesi della gravidanza); sui genitori che si sono messi in viaggio appena ricevuta la lettera del figlio, senza aspettare un minuto; o anche sui vestiti un po' troppo eleganti che lei sfoggia uno dopo l'altro.

La Locanda degli amori diversi di Ito Ogawa, Neri Pozza (17 euro)

Chiyoko, vent'anni, decisa a buttarsi sotto un treno, viene salvata dalla trentacinquenne Izumi, da poco separata dal marito, con un figlio di sei anni. Izumi per un moto spontaneo invita la giovane a cena ed è subito intesa e voglia di raccontarsi reciprocamente.
Chiyoko spiega di voler porre fine alla sua vita perché ripudiata dalla famiglia a causa della sua omosessualità. Il progetto alternativo è quello di scappare tra le montagne. Progetto che Izumi coglie al balzo. E insieme, arrivate alla meta, metteranno in sesto un casolare e ne creeranno una Locanda per viaggiatori: la "Locanda Arcobaleno".
Vari destini che si intrecceranno a creare un racconto corale e denso di personaggi, vicende, sentimenti, tra cui l'amore (anche quello "diverso") regna sovrano.

Finalmente la jeep si fermò. Alzai lo sguardo e mi accorsi che eravamo giunti davanti a una piccola costruzione. Tutt'intorno c'era solo la giungla verde e lussureggiante, con una miriade di fiori enormi dai colori incredibili che non avevo mai visto in vita mia. Nell'attimo in cui scendemmo dalla jeep, fummo avvolti da una fragranza molto dolce. Una fragranza così delicata ed eterea che sembrava sollevarti pian piano e cullarti. Eravamo arrivati sull'isola da poche ore, eppure mi sentivo già rapito da quel posto incantato. Fu come un colpo di fulmine, mi ero innamorato a prima vista del cielo, del vento e del verde di quell'isola. Il terreno, soffice, era cosparso di noci macadamia.

---

LA PROSSIMA SETTIMANA...

Occhio, Lunatici! Fino al 24 compreso la Luna's Torta non proporrà i soliti eventi, ma ci troverete il lunedì dalle 15 alle 20dal martedì alla domenica dalle 9,30 alle 20 il 24 dalle 9,30 alle 19. Segnatevi date e orari, perché noi ci saremo: per i vostri regali, i vostri pranzi, le vostre merende, i vostri auguri, per trascorrere qualche ora chiacchierando, lavorando, leggendo un buon libro, sorseggiando una delle nostre famose tisane o gustando una delle nostre mitiche torte.

Vi aspettiamo!

---

Dal 20 settembre Luna's Torta torna al suo orario autunninvernale!

° Lunedì chiuso!
°Martedì e Mercoledì 9,30-20,00
°Da Giovedì a Sabato 9,30-23,30 (circa, a motivo degli eventi che si svolgeranno nelle serate)
°Domenica 9,30-20,00

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Noi però li ringraziamo: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scriviamo con le letterone belle grandi apposta.