Testata

Le sorprese son sempre gradite. Materiali come non. Quando poi una sorpresa arriva da qualcuno che in modo totalmente inatteso ce ne fa dono, come non esserne doppiamente piacevolmente colpiti?

Le sorprese sono tante: scartare un regalo, ricevere una lettera o una mail, una telefonata da una persona cui si vuol bene, essere aiutati proprio nel momento in cui si ha bisogno, incontrare un amico che non si vedeva da tempo, una notizia piacevole, il gatto che fa le fusa, il cane che scodinzola e poi butta le zampe addosso all'oggetto di suo interesse, la luna che fa capolino dietro le nuvole, un raggio di sole che scalfisce il grigiore di una giornata bigia. Tutte sorprese con una dose di inatteso, certo, ma tutto sommato con una buona dose di prevedibilità, non scontate, ma neanche così al di fuori dall'orizzonte delle cose possibili.

Invece è proprio quando la sorpresa arriva a bomba, lasciandoci totalmente spiazzati e increduli che accade il miracolo e si sorride, si ride, la bella sensazione si appiccica addosso e perdura per un lasso di tempo non calcolabile, profumando e colorando anche intere giornate.

Questo ci conferma nel pensiero che siamo esseri ancora in grado di emozionarci, farci sorprendere, lasciarci trascinare dall'inatteso e farne tesoro, costruirci sopra una fantasticheria che apre la porta alla meraviglia, alla voglia che abbiamo di stupirci.

E avete mai notato che le cose che smuovono più sensazioni sono proprio quelle piccole, le emozioni generate da cose semplici eppure di una bellezza quasi struggente per la loro delicatezza?

Bene, fate un tentativo: pensate ad una sorpresa piccola, ad una frase inaspettata, ad un gesto minimo ma inconsueto e donatelo a qualcuno: secondo noi genererete perlomeno un sorriso, ma, siamo sicuri, anche un piccolo grande istante di fresca, rigenerante gioia. Provare per credere!

---

Giovedì 1 dicembre| h 18,30 presentazione, h 20 aperitivo

Francesca Lorenzoni presenta "Giro vita"

Luna’sTorta e felice di ospitare Francesca Lorenzoni e il suo libro, “Giro Vita” pubblicato da Compagnie edizioni.

«Questo non è un manuale per superare la menopausa, è il racconto dello spirito leggero e consapevole con cui le donne che hanno affrontato e superato i grandi momenti della vita si preparano per il bello che deve ancora arrivare»

Francesca Lorenzoni è nata a Torino, ed è quella che nella città subalpina viene definita una madama, cioè una signora che ha girato la boa dei cinquanta. Ha lavorato nel campo dell’editoria, della comunicazione e dell’organizzazione di eventi e il suo Piano B è il blog www.madamando.com sul quale dal 2014 racconta idee, sogni, sciocchezze e momenti importanti delle signore alle prese con i problemi e le gioie dell’età di mezzo.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo.
Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Giovedì 1 dicembre | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Giulio Valentini: Pessoa Esoterico

Oroscopo di parole per eteronimi 
con tasso poetico accertato superiore a 0,5
di e con Fernando Pessoa e Giulio Valentini

Roma, Università “La Sapienza”, 23 novembre di tanto tempo fa, qualche ora prima del colpo a salve del mezzodì tanto caro al Pontefice Pio. Mi siedo. L’aula è gremita come una yurta nel cuore della notte siberiana.
Davanti a me Silvano Peloso, professore emerito di Letteratura Portoghese ha lo sguardo tronfio di chi è in vena di presentazioni importanti. Si scosta, una macchia di fumo intorno a degli esili occhiali di corteccia nera che esitano un istante, un istante, un istante… che dura diversi giri di pupille e poi quando meno te lo aspetti eccolo lì, con il sorriso geometrico, fare un passo avanti: buongiorno Fernando Pessoa!

Nasce nel 1888 a Lisbona al quarto piano di un edificio davanti al Teatro Nacional de São Carlos alle 15:20 del 13 giugno e muore per problemi epatici all'età di 47 anni nella stessa città dov'era nato.
In mezzo la magia di una vita.
Čechov diceva che nei certificati di nascita è scritto dove e quando un uomo viene al mondo, ma non vi è specificato il motivo e lo scopo. Lo scopo di Pessoa è iscritto nel suo segno zodiacale: gemelli. Chi se non un gemelli poteva inventare gli eteronimi? Scaglie di personalità che si staccano dal fusto e d’un tratto cominciano a camminare sulle proprie gambe.

Ospite musicale: handpan di Manuel Torello

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo.
Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Venerdì 2 dicembre | h 19,30 aperitivo, h 20,30 concerto

Accordi Disaccordi in concerto: Hot Italian Swing

Accordi Disaccordi è un progetto italiano molto attivo nel panorama musicale nazionale ed internazionale. La band si orienta su un repertorio gipsy jazz, riproponendo in chiave moderna i classici nazionali e internazionali della migliore musica anni ’30. Allo stesso modo vengono scritti numerosi pezzi inediti e riarrangiati, sempre in chiave gipsy, alcuni brani più moderni e non propriamente jazz, ispirandosi allo stile del celebre chitarrista Django Reinhardt.
Il gruppo nasce nel 2012 a Torino dall’incontro dei chitarristi Dario Berlucchi e Alessandro Di Virgilio.

Venerdì 2 dicembre vi aspetta uno straordinario concerto in cui le sonorità del vecchio grammofono si fondono con la musica dei nostri giorni, spaziando dalla tradizione al moderno, senza confini precisi.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo.
Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Sabato 3 dicembre | h 18,30 presentazione, h 20 aperitivo

Presentazione de L'anello mancante

Saida El gtay e Nicolò Angellaro presentano da Luna’sTorta il romanzo L’anello mancante, vincitore nel 2015 di InediTO - Colline Torinesi per la sezione Narrativa-Romanzo.

Finzione e realtà, coraggio, bramosìa del potere, ma anche amore e odio, si mescolano sapientemente in questo romanzo dall’intreccio a tratti paradossale e dal ritmo incalzante. La bellezza della Torino magica, ammaliante, fa da sfondo alla storia che vede i due giovani protagonisti coinvolti in una vera lotta tra le forze esoteriche della città legate al mondo dell’occulto. Il bene e il male si contendono un anello appartenuto al mistico Gustavo Adolfo Rol che racchiude un oscuro segreto, in attesa della “Grande Notte” in cui si decideranno le sorti del mondo. Riusciranno Indira e Tommaso a salvarsi?

Un libro, come lo ha definito il nipote Franco Rol, che ha curato la prefazione: AVVINCENTE, SFACCIATO, ANTICONFORMISTA E ORIGINALE!
Moderano l'incontro Giovanna Burzio e Valerio Vigliaturo.
Letture di Rosanna Galleggiante.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potrete farlo cliccando QUI.

---

Sabato 3 dicembre| h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Giorgio Olmoti racconta I misteri della Jungla Nera

Riprendiamo finalmente con il ciclo di incontri dedicati ai libri “Persi in un buon libro”: un appuntamento mensile in cui Giorgio Olmoti racconta alcune delle pagine più belle della letteratura. Un vero e proprio viaggio tra le parole, per visitare epoche e luoghi vicini e lontani accompagnati da una delle voci più coinvolgenti della scena torinese.

Il secondo appuntamento è dedicato a I MISTERI DELLA JUNGLA NERA di Emilio Salgari: Giorgio Olmoti si addentrerà nella intricatissima jungla indiana dove Tremal-Naik e il suo fedele scudiero Kammamuri si trovano a dover combattere contro la spietatissima setta segreta dei Thugs. 

Storico, viaggiatore, raccontastorie e accanito lettore, Giorgio Olmoti gira da molti anni teatri e locali per raccontare le sue storie intrecciate alla Storia, quella vera. Ma Olmoti è soprattutto un "esploratore", ed è appunto alla scoperta di luoghi conosciuti e meno conosciuti di romanzi e racconti che accompagnerà il pubblico di Luna'sTorta.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo.
Potete dirci quanti siete cliccando QUI.

---

Domenica 4 dicembre | dalle 11 laboratorio, dalle 13 brunch

Storia di un piccolo re: presentazione e laboratorio

Massimiliano Feroldi
Storia di un piccolo re

Questa è la storia di un re.

Un re che non aveva bisogno di nulla ma un giorno sentì tra lo stomaco e il cuore, qualcosa di simile a un languore. Una mancanza, un magone.
Decise allora di partire e con sé portò tutto il suo regno: un pesce rosso, un ombrello e un cuore di pezza.
Sotto un superbo ippocastano, incontrò un gatto curioso: “E tu chi sei?” – gli chiese.
“Un re”, fu la risposta accompagnata da un inchino.
“E dov’è il tuo regno?”, incalzò il felino…

Massimiliano Feroldi conduce un laboratorio per bambini all'insegna dell'immaginazione e della fantasia, guidando i partecipanti nella creazione di una storia disegnata e compiuta.

IL LABORATORIO E' GRATUITO
Se volete partecipare prenotate al numero: 0116690577

Se dopo il laboratorio volete mangiare trovate tutte le informazioni cliccando QUI!

---

Domenica 4 dicembre | dalle 18,30 alle 21 aperitivo e festeggiamento

10 Anni di Archivio delle Donne in Piemonte

L’Archivio festeggia
Racconti dall'archivio: la nostra storia, i nostri progetti
Aperitivo-cena di autofinanziamento a partire da 10€

L'Archivio delle donne in Piemonte (ArDP) è un'associazione culturale che nasce a Torino nel 2006 con l’obiettivo di raccogliere, riunire, conservare e valorizzare materiali e documenti di interesse per la storia e la memoria delle donne e del movimento delle donne.

Nel corso dei suoi dieci anni di attività ArDP si è dedicata al lavoro archivistico, tramite il censimento di fonti riguardanti le donne su tutto il Piemonte e l'acquisizione e il riordino di fondi archivistici di donne e di associazioni femminili e femministe.
Parallelamente ha promosso la ricerca, attraverso la pubblicazione di studi riguardanti la storia delle donne, gli archivi e le fonti e ha fatto promozione culturale organizzando convegni, seminari e presentazioni di libri.

www.archiviodonnepiemonte.it

Se volete prenotare potete farlo sul nostro sito, cliccando QUI.

---

Per tutto dicembre | h 15 - 20

Eccezionali Lunedì sulla Luna's

Ebbene sì, Lunatici! Eccezionalmente per tutto il mese di dicembre il Luna's apre i battenti anche il lunedì, di pomeriggio, dalle 15 alle 20: sappiatelo, così se vi si scatena una crisi d'astinenza da Luna's sapete che avrà breve durata e potrete scongiurarla venendoci a trovare!

Tre letture che ci portano a conoscere (o approfondire) cinque personaggi davvero singolari, vissuti in periodi storici non tra i più semplici, questo è quello che vogliamo proporvi in questa settimana che ci conduce a iniziare dicembre.

[se cliccate sui titoli Tre figlie di Eva e L'uomo dell'istante avrete accesso al nostro paginone internet che vi permetterà di acquistarli direttamente in formato e-book. Sapevatelo!]

Tre figlie di Eva di Elif Shafak, Rizzoli (20 euro)

Tre figlie di Eva che in modi diversi hanno tutte e tre a che fare con un sostrato musulmano: Shirin, la Peccatrice (iraniana, atea e volitiva), Mona, la Credente (americana di origini egiziane, osservante, a capo di un gruppo di femministe musulmane), Peri -da cui parte la storia- la Dubbiosa (presa tra due fuochi: una madre dalla forte religiosità islamica e un padre laico e secolare). Le tre si erano incontrate ad Oxford ai tempi dell'università e lì avevano avuto modo di seguire le lezioni dell'anticonformista Azur, professore di filosofia. Ora Peri è tornata in Turchia e questo è un romanzo che ben descrive le contraddizioni odierne del paese, seguendo però diverse fila, dall'amicizia alla spiritualità, dalla politica ai sogni infranti e, non ultimo, la condizione della donna.

Conclusa la telefonata con la madre, Peri tornò a tavola, percorrendo lo scalone ornato di finte urne greche e il pavimento di marmo lucido. Da un lato c'era rimasta male per non aver ottenuto subito il numero di Shirin, da da un altro era sollevata. Non aveva idea di cosa le avrebbe detto o, anche trovando le parole giuste, se Shirin la sarebbe stata a sentire. In passato l'aveva chiamata qualche volta, poco dopo aver lasciato gli studi a Oxford, ma l'amica era troppo arrabbiata per parlare, ancora troppo ferita. Ormai erano passati anni, ma non era detto che le cose fossero cambiate.

L'uomo dell'istante di Stig Dalager, Iperborea (18,50 euro)

Con passi neanche troppo leggeri Stig Dalager si addentra nella vita di quello che è stato l'uomo Søren Kierkegaard, attraverso lettere, diari, la sua produzione letteraria. Veniamo così a scoprire una figura molto fragile e umana, che nel tentativo di colmare in vita quel divario tra corpo e spirito di cui lungamente ha dibattuto teoricamente, passa l'esistenza battagliando tra le due figure che maggiormente hanno segnato il suo essere più intimo: il padre, religiosamente murato dietro i pesi del senso di colpa e del dovere e Regine Olsen, la donna amata, sedotta ma subito abbandonata affinché rimanesse sempre un ideale cui tendere. Tra filosofia a vita le pagine scorrono creando l'immagine di un personaggio che è stato uno straordinario precursore della nostra modernità.

 Che creatura bizzarra è mai, che carattere astruso, a volte è imperscrutabile perfino a se stesso. Sono trascorse quattro settimane dal fidanzamento, è andato in Børsgade 66 quasi ogni giorno, intrattenendosi con Regine e la sua famiglia. Anche con il padre, di cui ha molta stima, ha passeggiato con lei per la città, ha ricevuto sue visite in Nørregade, l'ha presentata al fratello in Nytorv, al cognato Johan Christian Lund, la sua nuova moglie e i loro figli nella grande casa all'angolo tra Store Købmagergade e Klæreboderne, ma fin dal giorno dopo il fidanzamento è stato assalito dai dubbi, sì, la sua malinconia, e il timore che gli impedisca di portare avanti quella relazione. Come potrebbe mai spiegarlo a lei per farle capire? Capirebbe?

Gilgi, una di noi di Irmard Keun, L'orma (16 euro)

Gilgi è donna davvero moderna, eppure esce da una penna inserita in un presente difficile: la Germania degli Anni Trenta. Proprio questa sua modernità, spregiudicatezza di nuova donna benestante, acculturata, con un lavoro proprio, con amici con cui si frequenta assiduamente (Pit e Olga), con passioni che segue (tipo il jazz), porterà questo romanzo ad essere censurato dopo la sua uscita, ma Irmgard Keun non si perderà d'animo e intenterà causa contro la censura nazista. E, nonostante l'oscurantismo che ne ha visto un libro da non leggere (e da bruciare!), Gilgi ha girato il mondo facendosi conoscere come un personaggio pieno di ingorda vita, ilare e inarrestabile (soprattutto quando si troverà alle prese col suo amore Martin) che ha reso la sua autrice celebre.

Da quella notte in Gilgi si è rotto qualcosa. Certo, è cosa buona voler bene a qualcuno - amare qualcuno, pure. Ma essere innamorata, essere innamorata con tutta se stessa è una condizione straziante. Dovrebbe esserci una medicina per chi si trova in quello stato. Si finisce per essere svuotati, separati dalle persone e dagli oggetti, non si vede più niente, non si sente più niente, tutto s'inabissa, tutto diventa profondamente indifferente. Lo sforzo per conservare qualcosa di significativo diviene uno strazio snervante.

---

 LA PROSSIMA SETTIMANA...

- Venerdì 9 dicembre - h 21: Clara Vajthò in Serata Scacciapensierotica

- Sabato 3 dicembre - h 21: Massimo Pica: Non si dice più monologhista

- Domenica 11 dicembre - h 12: Circo di Pulci con Chiara Trevisan

---

Dal 20 settembre Luna's Torta torna al suo orario autunninvernale!

° Lunedì chiuso!
°Martedì e Mercoledì 9,30-20,00
°Da Giovedì a Sabato 9,30-23,30 (circa, a motivo degli eventi che si svolgeranno nelle serate)
°Domenica 9,30-20,00

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Noi però li ringraziamo: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scriviamo con le letterone belle grandi apposta.