Testata

In occasione di un festival di cultura e tradizioni africane a cui abbiamo partecipato in Torino, ci è capitato di ascoltare un coro di un numero variabile di elementi, ma tutti con una particolarità: tutti scuri (scurissimi!) di pelle, sì, neri neri, eccettuati i due fondatori, bianchi come il latte, e un musicista che suonava strumenti a fiato.

La particolarità di questo coro, nato nelle valli di Lanzo, ancor più che sia composto di tanti bei ragazzoni mori, è che le canzoni provengano tutte dalla tradizione piemontese e quindi vengano cantate in dialetto o in patois.

Lo ammettiamo: sentir cantare quei ragazzi in piemontese ci ha colpiti, come ci colpisce incontrare il ragazzo del Marocco che gravita in zona Palazzo Nuovo che saluta dicendo: Cerea, Madamin!

Ma poi ci straniamo di esserci straniti, perché, seppure sembri buffo, naif di primo acchito, se riflettiamo meglio non è poi così strano: sono ragazzi che probabilmente sono qui da anni, in molti casi sono nati qui, figli di una prima generazione di migranti stabilitasi qui ben più di venticinque o trent'anni fa, quindi è cosa del tutto plausibile che sappiano parlare il piemontese!

E, riflessione dopo riflessione, il sorriso di sorpresa si trasforma in sorriso di soddisfazione, perché ci sembra un ottimo esempio di integrazione, scambio. E quel sorriso ci vale, lo ammettiamo, anche un po' da schermo contro l'imbarazzo provato nel sentire scandire così bene una lingua che noi, da generazioni abitanti di questa terra pedemontana, mastichiamo appena producendo suoni di una bruttezza davvero deplorevole!

---

Mercoledì 27, Giovedì 28 e Venerdì 29 luglio | h 18,30-21,30

L'aperiEstivo Lunatico

L'appuntamento con l'aperitivo più fresco e stralunato di tutta Torino è dalle 18,30 alle 21,30 del mercoledì e venerdì al Luna's Torta. Potrete giocare scegliendo quante pappas volete fare. Ci sarà un apposito modulino con tutte le possibilità a prova di fame dalla più stuzzichevole a quella più robusta. Da uno a sette assaggi, per soddisfare anche i più esigenti!

Con l'ombrellone e i divanetti sembrerà di essere in spiaggia e con le delizie che vi proporremo la serata trascorrerà piacevole e sfiziosa...
Non potete non venire a provarlo: vi catturerà!

---

Mercoledì 27 luglio | h 18,30-21,30

Chiara Trevisan e il Circo delle Pulci (eccezionalmente di mercoledì!)

UDITE UDITE! Uno spettatore, uno spettacolo, una pulce, una sola volta!

Arriva il Valentino's Flea Circus - Circo di Pulci di Valentino, l'unico circo in scatola del mondo! Cercate la Domatrice Chiara Trevisan, scegliete il vostro spettacolo nel carnet fra numeri eccentrici e straordinari, sedete e divertitevi!

Ideato dal puppet master argentino Horacio Tignanelli e presentato in tutta Europa dalla stravagante veneto-piemontese Chiara Trevisan: “Un numero, uno spettatore, una sola volta!”

A voi la scelta: il Missile vivente? Oppure Holiday on Soap? Correndo attraverso la morte o affrontando la temibile Spianatrice ardente?

In catalogo numeri arditi, impressionanti, unici nell’universo circense, pronti per la scelta dello spettacolo al quale voi soli assisterete.

Uno alla volta, spingete lo sguardo nella scatola magica, spalancate le orecchie e l’immaginazione per un momento unico, privato ed esclusivo.

Pochi minuti all’interno della pista di Circo più piccola del mondo vi lasceranno a bocca aperta pronti per sospirare…: “Ancora!!!”

Tutte le info le trovate QUI.

... E non sia mai che rimaniate a pancia vuota! Venendo ad assistere al Circo potrete stuzzicare le nostre gustose PAPPAS!

---

Giovedì 28 luglio | h 18,30-21,30 aperitivo, h 19-20 StuzzicaLibro

StuzzicaLibro: L'aperitivo Dark

Sapete quando prendete in mano un libro, non riuscite a staccarvene e alla fine vi accorgete che l’avete proprio divorato?
A noi è capitato con un sacco di bei libri, nell’ultimo anno. Così ne abbiamo selezionati alcuni per riprenderli con calma e stuzzicarli sotto il nostro ombrellone, facendo quattro chiacchiere sbocconcellando l’aperitivo e sorseggiando qualcosa di fresco. Potete venire a stuzzicare con noi tutti i giovedì estivi, fino alla prima settimana di agosto, dalle 19 alle 20.

Sono libri che avete letto e amato? Venite a parlarcene!
Non vi sono piaciuti? Bene, amiamo i dibattiti animati nella canicola estiva!
Non li avete letti? Venite a stuzzicarli con noi, siamo convinte che non riuscirete a staccarvene dopo il primo assaggio.

Questa settimana si parlerà di The Dark di John McGahern, Minimum Fax: un libro scuro come professa il titolo, sprofondato negli anni ’50 di un’Irlanda di lavoratori della terra, con il personaggio principale che cerca un riscatto dalla condizione di nascita studiando per entrare in seminario. Temi centrali il rapporto col padre, il continuo travaglio interiore tra ribellione e timore di sconfitta, il senso di colpa cattolico, miscela di elementi che schianteranno il personaggio in una grigia mediocrità di futuro.

Cliccate QUI per avere qualche informazione in più sul libro e sull'autore.

---

Questa settimana vi proponiamo due letture dalle tematiche non proprio leggere, una in forma di romanzo e l'altra in forma di graphic novel, per poi stemperare le cupezze con una piccola raccolta di racconti incastrati l'uno nell'altro.

La scuola cattolica di Edoardo Albinati, Rizzoli (22 euro)

Dopo avervi suggerito il Pulitzer l'altra settimana non possiamo astenerci dal consigliarvi lo Strega 2016: parliamo dunque de La scuola cattolica. Corposo romanzo e difficile. Perché si tuffa negli anni '70 della nostra Italia per narrare da vicino (l'Albinati era compagno di scuola dei tre aguzzini) il massacro del Circeo, scavando in una realtà di benessere e cultura media, che comunque non ha evitato una crudeltà davvero efferata. L'indagine si fa poi più profonda, generazionale, domandandosi quale elemento in più o in meno non avrebbe forse permesso tali atrocità. Uno specchio per narrare un abominio in tutta evidenza non così distante.

Inutile il richiamo al buonsenso, allo spirito di giustizia e a sentimenti di equità, quando a far presa sugli uomini sono forze che si indirizzano alla zona abissale e insondabile dell’anima, saltando il circuito virtuoso e tortuoso della ragione per battere una scorciatoia emotiva. La prima vittima di queste forze è appunto la logica, la consequenzialità, il legame causa-effetto, la capacità deduttiva e soprattutto induttiva: salta tutto.

Reading Galera di Oscar Wilde (e Lucrèce), Lavieri (13,50 euro)

Il poema in versi The Ballad Of Reading Gaol, concepito da Wilde dopo la traumatica esperienza del carcere di Reading, diventa in questa edizione un graphi novel in cui i disegni ripercorrono la cupezza del tema trattato: il concetto di condanna, detenzione, la questione della pena di morte. Lavieri, piccola casa editrice indipendente, lo ha dato alle stampe magistralmente e ancora una volta siamo contenti di collaborare direttamente con una realtà così interessante!

Ogni uomo, tuttavia, uccide la cosa che ama; lo sappiano tutti: taluni fanno questo con sguardo d'odio, altri con carezzevoli parole, il vile con un bacio, il coraggioso con la spada. Gli uni uccidono il loro amore quando son giovani, gli altri quando son vecchi; taluni lo strangolano con le mani del Desiderio, altri con le mani dell'Oro; i migliori si servono d'un coltello, perché subito i morti si raffreddano. O troppo poco o troppo a lungo si ama; si vende l'amore o lo si compera; con molte lacrime, talvolta, si commette il proprio misfatto e talvolta senza un sospiro, poiché ogni uomo uccide quel che ama, ma non ogni uomo muore.

Gli innocenti di Oswaldo Raynoso, Sur (8 euro)

Eccoci a Lima, anni '50, per queste cinque storie che ci fanno conoscere Faccia d'angelo, Carambola, Principe, Caramella e Rossetto, con il loro linguaggio sboccato e la sessualità che sprizza da tutti i pori. Storie solo all'apparenza separate, ma che poi arrivano a formare un racconto corale. Il ritmo veloce, il linguaggio spezzato, rendono la lettura frizzante e le vicende come sbalzate dallo sfondo con un moto divertito e irriverente.

Sono sempre stato stupido. Ho sempre voluto essere uomo. E ho sempre fallito. Ho paura di essere un vigliacco. Ai soldati – non so dove l’ho letto – prima della battaglia danno da bere il pisco con la polvere da sparo per farli diventare coraggiosi. Al posto della polvere da sparo, che dove la trovo, mangio i fiammiferi, ma continuo a essere un vigliacco.

---

LA PROSSIMA SETTIMANA...

Annunciazò annunciaziò!!
Dal 19 giugno all'11 settembre compresi Luna's Torta cambia orario!
° Lunedì (aperto!) e Martedì: h 9,30-20
° dal Mercoledì al Venerdì: h 9,30-21,30
° il Sabato: h 9,30-15
° Domenica Chiuso

Questo ci darà modo di deliziarvi con il ciclo di aperitivi serali:
- Mercoledì 3, Giovedì 4 e Venerdì 5 agosto: L'AperiEstivo Lunatico
- Giovedì 4 agosto: sesta puntata per lo StuzzicaLibro

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Noi però li ringraziamo: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scriviamo con le letterone belle grandi apposta.