Newsletter # 56392 // Partiti last-minute

cari amici,

siamo quasi al fine settimana elettorale e le promesse dei partiti sembrano sempre più come certi dépliant turistici col mare smeraldino, la sabbia bianca e fine, il sole sempre acceso, le donne abbronzate, la cucina tipica (ma internazionale), l'albergo immacolato, i cocktail pieni di frutta e alcol buono, la luna grande, la natura lussureggiante (ma senza insetti), spettacolari rovine archeologiche a trecento metri  dalla tua stanza, da perlustrare a cavallo, su un risciò, su un trenino, per i più avventurosi persino a piedi.

Siamo quasi al fine settimana elettorale e vien da pensare che invece di questa sbandierata abbondanza sarebbe meglio avere una proposta elettorale last-minute, un'offerta speciale con volo charter e panini, una cosina piccola e onesta. Chissà se c'è un sito per cercare partiti last-minute, coalizioni low-cost, programmi politici charter, senza rimborso dell'IMU, senza grandi opere (il ponte sullo stretto! Qualcuno ha ripromesso il ponte sullo stretto!), senza il recupero di diecimilioni di miliardi di petroldollari di evasione fiscale.

Se nascesse un partito così, leggero e senza fronzoli - e dovrebbe nascere sabato per essere votato domenica, da buon partito last-minute - io lo voterei.
Perderemmo di sicuro ma festeggeremmo comunque, con la gazzosa del discount.

Un'esplosione di musica folk-rock acustica

Paolo Ambrozioni & the Bi-Folkers / giovedì 28 dalle 20

I concerti del giovedì proseguono il 28 febbraio con Paolo Ambrosioni & the Bi-Folkers, band che propone un concerto con i classici della tradizione musicale americana ri-arrangiati in chiave acustica: rock, blues, folk, spiritual, old time.

In scaletta sono presenti canzoni di Bruce Springsteen (particolarmente i brani della Seeger Session Band), Creedence Clearwater Revival, Bob Dylan, Johnny Cash, Muddy Waters ed altri artisti del panorama roots rock.

Il programma è il consueto: alle 20 l’aperitivo, alle 21 il concerto. L'ingresso è gratuito e la prenotazione è consigliata, da questa pagina.

Dieci incontri per imparare qualche base di lingua e cultura cinese

Un corso base di lingua e cultura cinese studiato per chi non ha conoscenze precedenti o ne ha poche e vuole consolidarle.

È condotto da Valentina Ferrato, si articola in dieci lezioni e ha un prezzo molto popolare: 70 euro, tutto incluso (anche i materiali: fotocopie e file MP3 per gli ascolti).

Comincia il 4 marzo e prosegue per 10 lunedì, dalle 19 alle 20.30. Per l'iscrizione basta compilare il modulo che trovate su questa pagina.



Nei primi due giorni di marzo succedono un paio di cose belle

Due appuntamenti serali ci faranno cominciare bene il mese più primaverile che c'è:
venerdì 1 marzo dalle 20 Saulo Lucci e Enrico Pastore concludono il racconto e la lettura del Purgatorio.
sabato 2 marzo dalle 17 c'è l'inaugurazione di una mostra fotografica dedicata alle donne al lavoro in Senegal. Quest'ultimo incontro nasce dalla collaborazione con Ritmi Africani, associazione torinese attiva appunto in Senegal.

Se questa mail ti è piaciuta, falla girare!

Grazie a tutti quelli che segnalano agli amici questa newsletter, gliela girano, li iscrivono (probabilmente a loro insaputa) da questa pagina. Continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).
Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.