Testata

Ci è venuto da pensarlo proprio in occasione di queste vacanze pasquali. Ci avete fatto caso? La città si è svuotata, tutti si sono rifugiati in famiglia o tra amici a festeggiare una festività che chissà in quanti sentano ancora come valore religioso...

Poco importa. Ci siamo preparati tutti a fare una pausa. A prenderci uno stop, a rigenerare spirito e corpo con un periodo di meritato riposo. Ha un po' avuto il sapore di un novello Natale.

Al di là del Credo di ognuno è innegabile che questa nuova cesura sia fondamentale per il rush finale prima delle vacanze estive. Perché i mesi che ci attendono (parliamo da Lunatici) saranno davvero densi.

E allora ben venga questo nuovo stacco! Che ci ha regalato lo stare in famiglia, fare un pic-nic con gli amici, uscire nel verde per goderci un po' di sole, anche solo rallentare i ritmi dormendo di più e meglio, coccolandoci un po' nella quiete di casa, nella bambagia regalata dalle piccole cose di sempre, ma che non sempre possiamo curare con la stessa attenzione.

Ora siamo pronti a ripartire. E lo facciamo nel migliore dei modi, regalandovi due settimane di eventi a cui partecipare assolutamente, uno più bello dell'altro, come perle preziose di una collana lunghissima.

Leggete di seguito e ci darete ragione. Ora, dal nostro ritiro dorato, vi auguriamo buon rientro alle faccende di tutti i giorni, ma forse con un sorriso in più, dato dalla rilassatezza di chi si è potuto e saputo prendere il suo tempo, godendone.

A presto, Luna'sTortAffezionati!

---

Voglia di Primavera e voglia di corsi??? Ve ne proponiamo due davvero speciali. Buttate un occhio e ISCRIVETEVI!! Ci sono ancora posti disponibili!

dal 5 Aprile, il martedì h 19-21

EFFETTI COLLATERALI

Protocolli di narrativa sperimentale in pillole

con Gli Scriptomanti

Il trattamento
Otto protocolli di narrativa sperimentale somministrati degli Scriptomanti. Un trattamento terapeutico per scrittori e creativi affetti da carenza di idee e sindrome della pagina bianca, somministrato grazie a una pratica laboratoriale attiva e basata sui principi attivi dell’esercizio libero da schemi, della commistione dei generi letterari e sulle novità offerte dalla rete e dai social network.

Dosaggio e tempo di somministrazione? 
Il laboratorio avrà luogo ogni martedì sera, dalle 19:00 alle 21:00.
Il giorno esatto di partenza ve lo comunichiamo a breve, comunque si parte ad aprile!
Sono previsti 8 incontri.

I somministratori?
Gli Scriptomanti sono un duo narrativo sperimentale nato a Torino nel 2014 e sbarcato in rete nel gennaio del 2015. Il loro blog propone esperimenti narrativi, racconti seriali e interazioni con i social network; ogni loro produzione è caratterizzata da una forte tendenza al mescolamento dei generi letterari. Da alcuni mesi partecipano a concorsi letterari e pubblicano racconti su riviste del settore.

Per info e iscrizioni consultate il nostro sito e/o telefonate da Luna’sTorta al numero 011.6690577

* Tenere fuori dalla portata di Elfi e Bambini.

---

dal 6 aprile tutti i mercoledì | h 19-21

Viaggio nella poesia in lingua inglese

Laboratorio di comprensione e interpretazione testuale

Questa volta da Luna’s vi proponiamo un percorso di lettura e interpretazione di testi di quattro grandi poeti del Novecento inglese:

PHILIP LARKIN (1922-1985);
TED HUGHES (1930-1988);
SEAMUS HEANEY (1939-2013);
DEREK WALCOTT (1930-).

Il laboratorio, di impostazione didattico-seminariale, prevede cinque incontri: il primo, di carattere introduttivo, sarà seguito da altri quattro di tipo monografico, su ognuno degli autori citati.

Per info aggiuntive e iscrizioni consultare il nostro sito e/o telefonare allo 0116690577.

Giovedì 31 marzo | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Poor Gateau

Dopo lo straordinario successo di Hell o’ DanteSaulo Lucci torna a grande richiesta tra i tavoli di Luna’sTorta per proseguire il viaggio all’interno della Divina Commedia.

Poor Gateau è uno spettacolo unico, lungo trentatré giovedì, in cui Saulo ripercorre, spiega e racconta in modo ironico e documentato l’intera cantica.

Questa settimana Saulo spiegherà e declamerà il XXV canto. Salita dalla VI alla VII Cornice. Spiegazione di Stazio circa la generazione delle anime e dei corpi aerei. Ingresso nella VII Cornice. Esempi di castità.
È il pomeriggio di martedì 12 aprile (o 29 marzo) del 1300, verso le due

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

---

Venerdì 1 aprile | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Pensavo fosse amore e invece avevi il gatto

PENSAVO FOSSE AMORE E INVECE AVEVI IL GATTO
E altri racconti di amore, odio, fusa, graffi e miagolii

Di e con Giulio Valentini
Fisarmonica di Marco Ferrari

Noi Lunatiche siamo felici felici di ospitare per la prima volta Giulio Valentini con il suo spettacolo Pensavo fosse amore e invece avevi il gatto (e altri racconti di amore, odio, fusa, graffi e miagolii), una raccolta di reading e corti teatrali che parla di amore, appunto, e che tra i tavoli della nostra “libreria con cucina” trova quasi il suo luogo d’elezione. Spiega infatti Giulio: «”L’uomo è ciò che mangia” sosteneva Ludwig Feuerbach, ma l’uomo e la donna sono anche e soprattutto ciò che sanno cucinare, dico io. L’amore è semplice atto di ingredienti, cucina e cottura: “sei cotto…” si è soliti affermare. E dunque l’unica strada per provare a capire di che pasta è fatto l’amore, è immergersi di tanto in tanto, a fuoco lento dentro una pentola piena di parole e musica. Una pentola a pressione con coperchio flessibile e una guarnizione in gomma appena sotto l’anima».

Come conferma lo spettacolo che porterà da noi, Giulio non ha mai abbandonato l’impronta che più di tutti lo contraddistingue, e cioè quello stile divertente, ironico e allo stesso tempo malinconico che spesso sfocia nel surreale. Provare per credere? Venite a vederlo! Come al solito consigliamo di prenotare per assicurarvi un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti! La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

---

Sabato 2 aprile | h 18,30 presentazione, h 20 aperitivo

Paolo Talanca presenta Ivan Graziani, il primo cantautore rock

Per i nostri aperitivi letterari ospitiamo la presentazione torinese di Ivan Graziani. Il primo cantautore rock di Paolo Talanca (CRAC Edizioni, 2016), un’opera che, nel settantesimo anniversario dalla nascita del cantante teramano, restituisce la figura di un artista unico nel suo genere. Insieme a Paolo Talanca saranno presenti in libreria la moglie di Graziani, Anna Bischi,e il cantautore genovese Federico Sirianni, per dar vita a un incontro che ricostruirà a tutto tondo il percorso di un autore che con le sue scelte e le sue ricerche ha lasciato un segno indelebile nel panorama musicale italiano.

Negli anni Settanta Graziani “inventa” uno stile di scrittura e un linguaggio per la canzone come nessuno aveva fatto prima. Paolo Talanca parte dagli anni Sessanta, dalla musica che c’era intorno a Ivan e dai suoi primi passi, e arriva ad analizzare il momento in cui Ivan stesso comprende come scrivere i brani, quale stile usare per dire al meglio le cose che aveva da dire, nella forma artistica “canzone” che gli era più congeniale.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

---

Sabato 2 aprile | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Giorgio Olmoti racconta Casino Totale per Persi in un buon libro

Persi in un buon libro
Giorgio Olmoti racconta
CASINO TOTALE
di Jean-Claude Izzo

Prosegue il ciclo di incontri dedicati ai libri “Persi in un buon libro”: un appuntamento mensile in cui Giorgio Olmoti racconta alcune delle pagine più belle della letteratura. Un vero e proprio viaggio tra le parole, per visitare epoche e luoghi vicini e lontani accompagnati da una delle voci più coinvolgenti della scena torinese.

Il terzo appuntamento, sabato 2 aprile, è dedicato a Casino Totale di Jean-Claude Izzo. Primo libro della cosiddetta trilogia noir marsigliese, il romanzo racconta la storia di Fabio, Ugo e Manu tre amici cresciuti nei vicoli poveri del porto di Marsiglia tra piccoli reati e primi amori. Crescendo Fabio Montale è diventato poliziotto, Manu e Ugo in momenti diversi ma per ragioni simili sono stati ammazzati. Toccherà a Montale il compito di fare giustizia. Vera protagonista del romanzo è però Marsiglia, città portuale che per secoli è stata la “porta d’oriente”.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

---

Domenica 3 aprile | h 11,30 brunch e presentazione

Matthias Canapini presenta VERSO EST. Appunti di viaggio

Per "Pane, Libri e Marmellata", ospitiamo la presentazione di Verso Est. Appunti di viaggio, di Matthias Canapini: un compendio di storie semplici, appunti, testimonianze raccolte personalmente dall’autore in circa quattro anni di vagabondaggi dai Balcani al Caucaso, o dalla Turchia all’Est Europa. Appunti e storie che ripercorrono tematiche più o meno difficili come le proteste in Bulgaria, le mine antiuomo in Bosnia o i campi sfollati in Siria. Una raccolta di diari di viaggi affrontati quasi sempre via terra, a contatto con persone comuni. Da questi incontri, fortuiti o meno, scaturisce l’affresco di un mondo a rilento, a passo d’uomo, a tratti ironico, visto spesso con il fascino della “prima volta”.

L’incontro è l’occasione per raccontare il progetto Il volto dell’altro, ideato nel mese di Marzo 2015. Grazie all’aiuto di sponsor, amici, conoscenti, media locali e piattaforme di crowfounding, Mathias Canapini è partito il 10 giugno 2015 per un lungo viaggio con l’intento di raccontare storie e ridare un nome ed un volto a un’umanità spesso dimenticata, ferita, traumatizzata che vive ai margini delle nostre esistenze. Tutte queste storie saranno raccolte all’interno del prossimo libro di Matthias Canapini.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

Tre nuovi consigli per scacciare via la tristezza da rientro post pasquale...

Le acque torbide di Javel di Léo Malet, Fazi Editore (14 euro)

Una Parigi interessata da un inverno mite quella che vede la scomparsa dell'ex senzatetto Paul, compagno di Hortense Demessy, che rimane sola, incinta e senza un soldo e che si affida per questo alle indagini di Nestor Burma, in nome dell'antica amicizia che li ha legati. L'investigatore privato giungerà a scoprire che l'accaduto è riconducibile ai traffici loschi di un gruppetto di arabi che gestiscono un bar-pensione nel quartiere. E le tre donne Zorga-Tinea, Wanda e Jeanne sembrano essere la chiave per svelare il mistero.
Situazioni grottesche e inquietanti coincidenze mettono in luce torbide dinamiche sociali che si accompagnano al disagio degli ultimi, minando alla base la tranquillità degli equilibri della borghesia francese. Un noir di maniera, da mangiare quasi più che da leggere...

La famosa auto, con il suo conducente ben vestito al volante, partì, percorse in un istante il piano inclinato che conduceva al pont Mirabeau e si perse nel traffico.
Ma avevo avuto il tempo di rilevare d'istinto il numero di targa.
Forse avevo una pista.

Mailand di Nicola Pezzoli, Neo (14 euro)

Mailand, o Milano, nello slang di Konrad (al secolo il ventenne Corradino) è la città in cui va a compiere gli studi (sbagliati!) universitari, dividendo un tripla sui Navigli con due amici, a combattere contro una padrona di casa insopportabile, lavori part-time al limite dell'assurdo e una famiglia pressante.
Pezzoli ci racconta qui l'ultimo atto della formazione di un ragazzo che da adolescente si appresta a diventare uomo adulto. Senza falsi buonismi, ma con una massiccia dose di realtà e concretezza, come a simboleggiare la morte dei miti d'infanzia.

E così, ben presto, finii col riempire le mie placide ore da universitario andandomene in giro per baretti, quei bei locali fumosi e intimi, infrattati tra Via Donizetti e Corso Monforte, dentro cui ad ogni ora del giorno potevi trovare musicisti e studenti svogliati. La cosa non assumeva necessariamente dimensioni alcoliche, almeno nei primi tempi: lo ricordo piuttosto come un regno molto soft di cioccolate, croissant e cappuccini. Cappuccini e sigarette [...]

Ti scriverò prima del confine di Diego Barbera, CasaSirio (14 euro)

M***o, dopo il Fatto che lo ha reso un eroe, viene ricoverato in ospedale, seguito dall'orda mediatica che lo pressa per sapere tutto. Incontra Giulia, ricoverata anche lei (stanza 27), che è nata per ascoltare, ma non da sanguisuga come i canali d'informazione. Lei è affamata di storie, e propone a M***o il patto che per ogni racconto che le farà della sua vita fino ad arrivare al Fatto, lei in cambio scriverà per lui una lettera. Tra i due si creerà un legame profondissimo, fino a dover mettere tutto in discussione quando le cose si complicheranno. A metà tra romanzo di formazione e d'amore, Barbera ci regala nuovi occhi con cui guardare il mondo da una prospettiva diversa.

Sperai che l'ascensore si bloccasse, che il nostro viaggio durasse per l'eternità. Mi slanciai verso le sue labbra e la baciai. Il risultato... be', non credo sia stato un granché, ma immagino che le sia piaciuto. Assaporavo la novità e giocavo imbarazzato con la sua lingua, percependo il suo corpo femminile contro il mio. Si staccò lei una volta raggiunto l'ultimo piano.

---

LA PROSSIMA SETTIMANA...

- Giovedì 7 aprile - Poor Gateau

- Venerdì 8 aprile - Accordi Disaccordi in concerto con Gonzalo Bergara

- Sabato 9 aprile - Reading di Marko Miladinovic

- Domenica 10 aprile - Trucioli di Coppelia Theatre

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Noi però li ringraziamo: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scriviamo con le letterone belle grandi apposta.