Testata

Organizzare eventi spesso non è semplice. Dall'idea originale, bella, limpida e chiara, scaturiscono poi ostacoli o bazzecole burocratiche che rendono il tutto meno poetico e regalano un bagno di realtà (e umiltà) a chi ha in testa tante cose da passare a chi è disposto a sentire, vedere, ascoltare.

Però accadono piccoli miracoli. Tipo organizzare serate ed avere ritorni che non variano il peso burocratico, ma che fanno bene al cuore e, pur tra le difficoltà, fanno sentire di percorrere una strada buona, se non quella giusta (mai ci arrogheremo il diritto neanche di pensarlo!).

Due riscontri in una settimana sono oro, perciò vogliamo parlarvene. Ospitiamo un concerto e i musicisti, a un giorno di distanza, ci fanno i complimenti per come lavoriamo e ci confermano che saranno nuovamente nostri ospiti volentieri.

E poi coinvolgiamo in un nostro progetto pazzo un poeta romagnolo che già dalle premesse virtuali sembra preso benissimo. Al riscontro, di persona, la cosa si conferma, come continua ad esser palese nella serata a lui dedicata e nel dopo, nella misura in cui il giorno successivo ringrazia copiosamene.

Ecco, sappiamo perfettamente che tutto ciò che proponiamo è un nugolo di energie più o meno positive che noi lanciamo e che vengono prese, rimaneggiate, rilanciate e fruite. Quando accade di trovarsi di fronte ad una positività così predominante e così - diremmo - assoluta si rilassa la parte di noi che più è in ansia, tutto va per il verso sperato e le serate girano con l'energia giusta. Una sorta di puzzle in cui tutte le tessere trovano il loro posto semplicemente, come fatto naturale.

E allora la riflessione viene spontanea: noi abbiamo messo del nostro, vero, ma ad una proposta positiva e attiva è stato risposto in modo più che positivo e attivo. Il che ha creato un corollario di situazioni, emozioni, risposte ad alta tensione sensoriale. Tutti presiabbene. Ma non perché ci stessimo raccontando la soave balla che bisogna esser presi bene: è stato spontaneo. Ci siam ritrovati di comune accordo: persone prese bene che ne ospitano altre prese altrettanto bene. E la riuscita è ovvia: piaciona, senza grandi pretese, semplicemente goduta e da godere.

La vita, altrimenti, che passaggio tristo da attraversare!

---

Da brave Streghette Lunatiche abbiamo un bel paiolo sul fuoco con due o tre novità che bollono e che vogliamo voi sappiate con largo anticipo... Togliamo il coperchio!

Mercoledì 23 marzo | h 20 aperitivo, h 21 presentazione

Tiziano Scarpa presenta Il brevetto del geco

La libreria Luna’sTorta è felice di ospitare lo scrittore Tiziano Scarpa – vincitore del Premio Strega 2009 con Stabat Mater – che presenterà il suo ultimo libro, Il brevetto del Geco, pubblicato a gennaio 2016 da Einaudi.

Scrittore tra i più eclettici e multimediali, Tiziano Scarpa ha avuto un percorso artistico variegato, passando da un genere all’altro, da un medium all’altro.

Il suo ultimo libro, Il brevetto del geco, è un romanzo umoristico, spiazzante, denso, che mette in discussione il nostro tempo guardando all’arte, alla religione e alla ricerca di senso.

Ricordate, Gente! Se volete mangiare copiosamente e sedervi comodamente cliccate QUI!

-------------------------------------------------------------------------------------------

dal 5 Aprile, il martedì h 19-21

EFFETTI COLLATERALI

Protocolli di narrativa sperimentale in pillole

con Gli Scriptomanti

Il trattamento
Otto protocolli di narrativa sperimentale somministrati degli Scriptomanti. Un trattamento terapeutico per scrittori e creativi affetti da carenza di idee e sindrome della pagina bianca, somministrato grazie a una pratica laboratoriale attiva e basata sui principi attivi dell’esercizio libero da schemi, della commistione dei generi letterari e sulle novità offerte dalla rete e dai social network.

Dosaggio e tempo di somministrazione? 
Il laboratorio avrà luogo ogni martedì sera, dalle 19:00 alle 21:00.
Il giorno esatto di partenza ve lo comunichiamo a breve, comunque si parte ad aprile!
Sono previsti 8 incontri.

I somministratori?
Gli Scriptomanti sono un duo narrativo sperimentale nato a Torino nel 2014 e sbarcato in rete nel gennaio del 2015. Il loro blog propone esperimenti narrativi, racconti seriali e interazioni con i social network; ogni loro produzione è caratterizzata da una forte tendenza al mescolamento dei generi letterari. Da alcuni mesi partecipano a concorsi letterari e pubblicano racconti su riviste del settore.

Per info e iscrizioni consultate il nostro sito e/o telefonate da Luna’sTorta al numero 011.6690577

* Tenere fuori dalla portata di Elfi e Bambini.

-------------------------------------------------------------------------------------------

dal 6 aprile tutti i mercoledì | h 19-21

Viaggio nella poesia in lingua inglese 

Laboratorio di comprensione e interpretazione testuale

Questa volta da Luna’s vi proponiamo un percorso di lettura e interpretazione di testi di quattro grandi poeti del Novecento inglese:

PHILIP LARKIN (1922-1985);
TED HUGHES (1930-1988);
SEAMUS HEANEY (1939-2013);
DEREK WALCOTT (1930-).

Il laboratorio, di impostazione didattico-seminariale, prevede cinque incontri: il primo, di carattere introduttivo, sarà seguito da altri quattro di tipo monografico, su ognuno degli autori citati.

Per info aggiuntive e iscrizioni consultare il nostro sito e/o telefonare allo 0116690577.

Giovedì 17 marzo | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Poor Gateau

Dopo lo straordinario successo di Hell o’ DanteSaulo Lucci torna a grande richiesta tra i tavoli di Luna’sTorta per proseguire il viaggio all’interno della Divina Commedia.

Poor Gateau è uno spettacolo unico, lungo trentatré giovedì, in cui Saulo ripercorre, spiega e racconta in modo ironico e documentato l’intera cantica.

Hell O’ Dante, proposto da Luna’sTorta per l’intera stagione 2014-2015, ha ottenuto un seguito strepitoso. Oltre 1000 spettatori di ogni età si sono avvicendati tra i tavoli della libreria per rivivere le pagine dell’Inferno dantesco.

Vi aspettiamo numerosi anche quest’anno! 

Questa settimana Saulo spiegherà e declamerà il XXIII canto. Ancora nella VI Cornice. Descrizione della pena dei golosi. Incontro con Forese Donati. Rimprovero delle donne fiorentine. Dante presenta Virgilio e Stazio.
È mezzogiorno di martedì 12 aprile (o 29 marzo) del 1300.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

---

Venerdì 18 marzo | h 20 aperitivo, h 21 spettacolo

Il teatro è morto. Tenete accesi i cellulari

Digressione semiseria e paradossale di un mondo in cerca di comunicazione

Il teatro è morto è uno “spettacolo-non spettacolo” sulla comunicazione. L’uomo ha la necessità di comunicare, è un animale sociale: anche quando pensa di non farlo sta comunicando “che non vuole comunicare”.

I canali, i modi per dialogare con le persone oramai sono svariati, tanti e sempre più presenti nella vita quotidiana di ciascuno di noi.

Ma veramente stiamo migliorando la capacità di dialogo o ci stiamo solo illudendo che tutto ciò stia avvenendo?

A questa domanda proverà a rispondere Vincenzo Valenti insieme al pubblico di Luna’s, con uno spettacolo che farà ridere, sorridere e riflettere.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti!
La precedenza per i posti ai tavoli verrà data a chi prenota per l’aperitivo. Potete farlo cliccando QUI.

---

Sabato 19 marzo | h 20 aperitivo, h 21 presentazione

Giorgio Olmoti presenta Sassi Unplugged

Torna da Luna’s Giorgio Olmoti, questa volta per presentare il suo ultimo libro, Sassi Unplugged (2015), pubblicato con ‘Round Midnight Edizioni.

A due anni dalla pubblicazione di On the road again, Olmoti torna con un nuovo diario di viaggio in cui tutte le vicende raccontate hanno come sfondo i meravigliosi sassi d​i Matera​: ventidue capitoli per ventidue storie e, soprattutto ventidue canzoni per accompagnare il cammino.

Ricordate: se volete mangiare prenotare vi assicura un posto a sedere e tante cose buone da mettere sotto i denti! Potete farlo cliccando QUI.

---

Domenica 20 marzo | h 11,30 brunch e presentazione

Maura Del Serra per Pane, Libri e Marmellata

Per l’ormai consueto ciclo di incontri della domenica mattina Pane, LIBRI e marmellata abbiamo il piacere di ospitare tra i nostri tavoli la drammaturga toscana Maura Del Serra, che verrà a parlarci del suo volume Teatro, edito da Petite Plaisance.

Maura Del Serra è inoltre poetessa e traduttrice, critico letterario, già comparatista all’Università di Firenze.

Il testo che presenterà, Teatro, è una raccolta di quasi novecento pagine che racchiude ventitre testi teatrali, da lei scritti dal 1985 al 2015, dove l’elemento fondante sono i personaggi, l’umanità che (pur ritratta in tempi remoti in alcune piece) riesce a dare al lettore un senso di attualità e contemporaneità non comuni, rendendo il fruitore partecipe di un comune sentire, quasi universale.

L’incontro avverrà in collaborazione con Cooperativa Letteraria.

Ricordiamo che è cosa buona e giusta prenotare per partecipare al brunch che sarà contestuale all’evento, in modo che troviate cibo buono e abbondante e un comodo posto a sedere per godere appieno della presentazione. Potete farlo cliccando QUI.

Anche questa settimana tre titoli tutti da gustare per le vostre abbuffate di lettura!

Forse di Rosetta Loy, Einaudi (18,50 euro)

La Loy ci fa sbirciare dal buco della serratura della sua vita personale con questo nuovo romanzo, che è un po' autobiografia, un po' romanzo di formazione. Dall'infanzia attorniata dalle cure e dall'amore dei genitori, delle tre sorelle e del fratello, in cui alle scorribande estive si susseguono le ore sui libri e lo studio del pianoforte, si passa all'adolescenza delle scoperte, della determinazione, della ribellione, dei primi amori e della novità di un corpo e una testa che cambiano di pari passo col mondo circostante. Quello che ne risulta è il ritratto di una bambina poi giovane donna cresciuta tra le braccia della società bene del Piemonte del secondo dopoguerra.

Resuscitare quelle fantastiche partite a calcetto sul lungo rettangolo d’erba dove le urla e l’esultanza per ogni gol si sprigionavano come faville. Gol che erano decine, da una parte e dall’altra, e l’entusiasmo e la rabbia si mescolavano al sudore che appannava gli occhi. 

Il delitto del conte Neville di Amélie Nothomb, Voland (14 euro)

La Nothomb gioca qui coi suoi lettori rimbalzando, su una trama da noir, dalla tragedia greca a Oscar Wilde.
Da aristocratico belga decaduto il conte Neville decide di celebrare per l'ultima volta i fasti del suo nobile passato organizzando una lussuosissma festa prima di dover abbandonare il magnifico castello che possedeva nelle Ardenne. Poco prima dell'evento la figlia Sérieuse fugge di casa e si rifugia nella foresta. Viene trovata e riportata al castello da una chiaroveggente che nel ricondurla profetizza al conte che si macchierà di un delitto durante la festa suddetta. Il conte ne rimarrà sconvolto, tentando in tutti i modi di far sì che il funesto presagio non si avveri.

Era un grande mistero, l'insonnia. A priori, che sofferenza c'è nel giacere a lungo in un letto comodo, anche senza dormire? Perché diventava la sede di pensieri atroci? La spiegazione era questa: l'insonnia consisteva in una prolungata incarcerazione insieme al proprio peggior nemico. Quest'ultimo era la parte maledetta di sé. Non tutti ne sono provvisti: perciò non tutti conoscono l'insonnia.

Auro Ponchielli contro la fine del mondo di Alessandro Pozzetti, NNE Editore (17 euro)

Eccoci. Infine è arrivata la fine del mondo tanto raccontata e temuta. Nei contorni di una pioggia incessante e di un nugolo di personaggi improbabili che tentano di sventare un complotto che ha tanto di assurdo da arrivare al tragico. Pozzetti gioca con temi sensibili, ma lo fa con un'ironia e una capacità di riscatto, con una voglia di ridere che fa mangiare pagina dopo pagina questo romanzo dall'incipit memorabile.

All'età di trentotto anni Auro Ponchielli aveva guadagnato una scrivania bianca di legno laccato, una ragazza che amava farsi prendere da dietro e una stipsi idiopatica cronica che lo faceva evacuare una volta la settimana con la soddisfazione di una vittoria al mondiale.

---

LA PROSSIMA SETTIMANA...

- Mercoledì 23 marzo - Tiziano Scarpa presenta Il brevetto del geco

- Giovedì 24 marzo - Poor Gateau

- da sabato 26 a martedì 29 marzo compresi Luna's Torta chiuderà per Pasqua

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Noi però li ringraziamo: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scriviamo con le letterone belle grandi apposta.