News dalla Luna’sTorta | Per la stessa ragione del viaggio, viaggiare

Cari amici,

sarà che è arrivato giugno, sarà che sono arrivati i primi caldi, ma qui molti avventori cominciano già a parlare dei loro progetti vacanzieri.
Mete più o meno lontane vengono raccontate con occhi scintillanti e pieni di aspettative.

Noi siam qui ad ascoltare con un po' d'invidia. Perché abbiamo come l'impressione che quest'anno avremo mete modeste (tipo il Valentino o Superga, per intenderci!).
Eppure non immaginate quanto anche solo questi racconti regalino un respiro di sogno, di distensione.

E inevitabilmente, anche se solo nella fantasia, cominciamo a veleggiare in luoghi già visti, altri ancora da esplorare, sfiorando la sensazione dell'imprevisto, dell'inatteso, che è sempre compagna di ogni partenza.

Viene alla mente il bel verso di De Andrè: per la sola ragione del viaggio, viaggiare.
Con occhi trasognati seguiamo rotte e vediamo città, ci bagnamo in mari cristallini, scaliamo monti con paesaggi mozzafiato.
Pur rimanendo qui. E non facendo uso di sostanze stupefacenti!
Semplicemente la suggestione ci fa muovere pur stando fermi.

Quindi, cari i nostri Luna's TortAffezionati, non lesinate le vostre storie di viaggio e avventure. Rendeteci partecipi del vostro andare per il mondo, perché parte di noi è già lì zaino in spalle che vi segue!

---

Corso di filosofia e tarocchi | da martedì 12 maggio nuovo programma per i corsi di Filosofia e Tarocchi

Nuovi programmi per i corsi di Filosofia e Tarocchi tenuti dalla poliedrica Raffaella Paisio. Da Martedì 12 maggio.

 

Per chi avesse mancato gli appuntamenti della stagione autunnale e invernale, per chi volesse proseguire il discorso iniziato, altre 7 serate tutte da ascoltare!

 

Tutti i Martedì dalle 18,15 il corso di Filosofia, alle 19,30 il corso di Tarocchi.

Non mancate!

 

Per info telefonateci allo 0116690577

---

thINK - Inchiostro per pensare. Corso di calligrafia medievale | dal 19 maggio

Un'occasione per riscoprire l'antica arte della calligrafia, per riassaporare il piacere dell'inchiostro che scorre sulla carta e la bellezza del gesto manuale che dà forma alla parola scritta perché, come diceva Voltaire, la scrittura è la pittura della voce. Il corso propone un'introduzione alla Gotica Textura, uno dei più diffusi stili calligrafici del Medioevo, attraverso esercizi pratici, con l'obiettivo di esplorare non solo le tecniche tradizionali ma anche le potenzialità della calligrafia contemporanea nella vita di tutti i giorni.

 

Il corso si svolgerà la sera del martedì per sei lezioni e avrà la durata di due ore dalle 19,00 alle 21,00.

 

Per informazioni e iscrizioni telefonare allo 0116690577

---

Corso di songwriting con Federico Sirianni | dal 3 giugno (occhio! Abbiamo posticipato l'inizio, quindi avete ancora tempo per iscrivervi!!!) tutti i mercoledì

Nuovo appuntamento con la canzone e con la scrittura di parole in musica con Federico Sirianni.

Dal 3 giugno tutti i mercoledì il bravo cantautore genovese ci accompagnerà nella scrittura di testi musicali sulla falsariga di cantautori come Tom Waits, Fabrizio De Andrè, Bob Dylan e molti altri, che ci farà scoprire serata per serata.

Maggiori dettagli su costi e orari a breve.

---

 

Hell o’Dante | giovedì 4 giugno

 

Ogni benedetto giovedì sera alla Luna’sTorta va in scena il grande spettacolo di Hell o’ Dante. E se non l’avete ancora visto dovreste rimediare quanto prima!

L’Inferno rivisto da Saulo Lucci fa morir dal ridere, è pieno di musica e dà i brividi. Ogni giovedì si estrae un canto che viene raccontato e quindi recitato (a memoria); ogni giovedì il testo dantesco è preso come base di una partitura che ci conduce là, dove nessun uomo o quasi ha mai osato prima.

Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 4 giugno. Dalle 20 in poi c’è l’aperitivo, dalle 21 circa lo spettacolo.

Potete prenotarvi cliccando qui o telefonando allo 0116690577.

---

Pane, LIBRI e marmellata: varietà in giallo @ Luna's Torta | domenica 7 giugno

Pensate ad un’antologia di racconti estivi ambientati in diverse località di villeggiatura italiane ed estere. I luoghi di vacanza diventano scena del crimine.
Se poi ai racconti sono affiancate sei cronache vere, nate dalla penna dell’inviato Mediaset Beppe Gandolfo, riguardanti efferati omicidi che hanno creato attenzione e discussione nelle assolate estati italiane, ci si ritrova davanti ad un confronto continuo tra immaginazione e realtà, cui segue l’amara constatazione di come spesso la vita reale superi di gran lunga la fantasia.

Ecco cosa potrà trovare il lettore tra le pagine de La morte non va in vacanza:
Morte in laguna di Massimo Tallone
La notte di San Lorenzo di Maurizio Blini
Il delitto del bitter di Beppe Gandolfo
Sliding Doors in Romagna di Rocco Ballacchino
Sorte fa rima con morte di Patrizia Durante
Emanuela Orlandi di Beppe Gandolfo
Torino-Barletta di Marco G. Dibenedetto
Azzurro, come i calzoni di un olandese di Fabio Beccacini
Il caso Carretta di Beppe Gandolfo
Pandora di Fabio Girelli
Il testamento del macellaio di Giorgio Ballario
Il delitto di via Poma di Beppe Gandolfo
Domestiche delizie di Claudio Giacchino
La sabbia negli occhi di Enrico Pandiani
Il mostro di Foligno di Beppe Gandolfo
Part-time di Luca Rinarelli
L’ultimo che muore chiuda l’ombrellone di Andrea Monticone
Marina Di Modica di Beppe Gandolfo

A presentarlo ci saranno domenica 7 giugno alle 11 per il nostro ciclo “Pane, LIBRI e marmellata” alcuni degli autori… a breve vi preciseremo chi!

Prenotate!

O cliccando qui, o telefonando allo 0116690577

---

In fine: tre libri per solleticare palati diversi

- La pecora nera di I.J. Singer è un libro che narra l'infanzia dell'autore, il suo essere al di fuori degli schemi (mai titolo più eloquente!). Il progetto era di un'autobiografia a più volumi, di cui questo sarebbe dovuto essere il primo. Yehoshua è un ragazzino che rifugge la Torah e i rigidi dogmatismi che lo hanno cresciuto preferendo loro la natura, gli animali, lo scrollarsi di dosso il senso del peccato che è corollario del credo. La narrazione procede descrivendo situazioni, personaggi, in un'evocazione a tratti malinconica di un mondo patito e subito, ma in fondo anche amato dall'autore, pieno di persone che son quasi personaggi. Adelphi lo ha ridato alle stampe perchè noi godessimo delle sue ironiche, divertite pagine. Se ancora non lo conoscete, avventuratevici!

- Siamo rimasti colpiti dall'ultimo libro di Rosa Mogliasso, di color giallo, come al solito. C'è nella storia il cadavere di una donna, un fiume e diverse persone che via via arrivano nel luogo della macabra scoperta e accampano ipotesi. Nessuno di loro però si decide a denunciare l'accaduto... Meschinità e inquietudini fanno da corollario ad un mistero che s'infittisce, per giungere ad un finale insolito per Bella era bella, morta era morta. Come insolita è la casa editrice che lo ha pubblicato: una giovanissima (marzo 2015) NN, ideata e curata a Milano da due ragazzi altrettanto giovani, che si sono ripsoposti di dare un taglio particolare e innovativo alle loro pubblicazioni. Sfogliare per credere!

- Passiamo ad un'altra novità che in realtà è una riproposta nella collana in brossura di cui vi avevamo già accennato della casa editrice SUR. Parliamo de Il pozzo, di Juan Carlos Onetti. Come una scatola cinese il breve romanzo si svolge spiegando che il protagonista Eladio Linacero sta scrivendo la sua biografia (pur non avendone l'attitudine) perchè è arrivato a quarant'anni e questo si deve fare raggiunta la famigerata età. Scetticismo, cinismo e pessimismo regnano sovrani, in una prosa tagliente e ironica, tutta da gustare.

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.