News dalla Luna’sTorta | Dimmi che fobia hai e ti dirò che cavalletta sei

Cari amici,

siete pronti e carichi per i nostri prossimi appuntamenti?

Perché ne vedremo delle belle e saremo ricchi di ghiotte sorprese per voi!

Non ci credete? Leggete di seguito e ne avrete conferma.

Nel frattempo vogliamo narrarvi un fatticello: oggi un piccione ha tentato di fare il suo ingresso al Luna's, con sommo timore della nostra Vale, ma una cliente impavida ha risolto la questione cacciandolo con dolcezza, tanto che l'inopportuno è tornato ed è stato nuovamente cacciato.

La cliente in questione ha però preso spunto per raccontarci della sua idiosincrasia per le cavallette. Un timor panico immotivato, ma totale, azzerante. (Condiviso, per altro).

La questione che si pone è: perchè ognuno di noi ha un pungolo destabilizzante che lo porta ad avere fobie così incontrollate? Razionalmente una cavalletta è solo una cavalletta. Un piccione è solo un piccione, un pipistrello è solo un pipistrello, un ragno è solo un ragno.

Cosa scatena in noi questa paura atavica? Inconscio? Precedenti sgradite esperienze in tenerà età? Antipatia a priori?

Al di là delle motivazioni che inducono ai comportamenti sopraddetti il rammarico che ci assale è cocente: col piccione è bastata un'urlacchiata un po' più forte e il bestio s'è tolto di torno, ma arrivasse una (o più) cavallette? Non vogliamo immaginare il teatrino in cui ci produrremmo balzellando dietro alla malcapitata!

In caso ci vedeste zompettare urlando in preda ad una sorta di Ballo di San Vito quindi non prendeteci per tarantolati: una cavalletta avrà fatto il suo ingresso e noi staremmo elegantemente cercando di risolvere la questione! (Senza con buona probabilità riuscirci, finchè l'ignara avrà deciso di andarsene così com'era venuta...)

Ahi! Cosa sì dura la cattività urbana!

---

Corso di filosofia e tarocchi | da martedì 12 maggio nuovo programma per i corsi di Filosofia e Tarocchi

Nuovi programmi per i corsi di Filosofia e Tarocchi tenuti dalla poliedrica Raffaella Paisio. Da Martedì 12 maggio.

 

Per chi avesse mancato gli appuntamenti della stagione autunnale e invernale, per chi volesse proseguire il discorso iniziato, altre 7 serate tutte da ascoltare!

 

Tutti i Martedì dalle 18,15 il corso di Filosofia, alle 19,30 il corso di Tarocchi.

Non mancate!

 

Per info telefonateci allo 0116690577

---

thINK - Inchiostro per pensare. Corso di calligrafia medievale | dal 19 maggio

Un'occasione per riscoprire l'antica arte della calligrafia, per riassaporare il piacere dell'inchiostro che scorre sulla carta e la bellezza del gesto manuale che dà forma alla parola scritta perché, come diceva Voltaire, la scrittura è la pittura della voce. Il corso propone un'introduzione alla Gotica Textura, uno dei più diffusi stili calligrafici del Medioevo, attraverso esercizi pratici, con l'obiettivo di esplorare non solo le tecniche tradizionali ma anche le potenzialità della calligrafia contemporanea nella vita di tutti i giorni.

 

Il corso si svolgerà la sera del martedì per sei lezioni e avrà la durata di due ore dalle 19,00 alle 21,00.

 

Per informazioni e iscrizioni telefonare allo 0116690577

---

Corso di songwriting con Federico Sirianni | dal 3 giugno (occhio! Abbiamo posticipato l'inizio, quindi avete ancora tempo per iscrivervi!!!) tutti i mercoledì

Nuovo appuntamento con la canzone e con la scrittura di parole in musica con Federico Sirianni.

Dal 3 giugno tutti i mercoledì il bravo cantautore genovese ci accompagnerà nella scrittura di testi musicali sulla falsariga di cantautori come Tom Waits, Fabrizio De Andrè, Bob Dylan e molti altri, che ci farà scoprire serata per serata.

Maggiori dettagli su costi e orari a breve.

---

 

Hell o’Dante | giovedì 28 maggio

 

Ogni benedetto giovedì sera alla Luna’sTorta va in scena il grande spettacolo di Hell o’ Dante. E se non l’avete ancora visto dovreste rimediare quanto prima!

L’Inferno rivisto da Saulo Lucci fa morir dal ridere, è pieno di musica e dà i brividi. Ogni giovedì si estrae un canto che viene raccontato e quindi recitato (a memoria); ogni giovedì il testo dantesco è preso come base di una partitura che ci conduce là, dove nessun uomo o quasi ha mai osato prima.

Il prossimo appuntamento è previsto per giovedì 28 maggio. Dalle 20 in poi c’è l’aperitivo, dalle 21 circa lo spettacolo.

Potete prenotarvi cliccando qui o telefonando allo 0116690577.

---

"Cossa vustu che te diga": Giacomo Sandron @ Luna's Torta | venerdì 29 maggio

Poesie e storie dell'ultimo Veneto

Le poesie di Giacomo Sandron sono un canto d'amore. Completo.

Anche di ruvidezze, spasmi, arrabbiature. Momenti vividi e brillanti dove la sua terra è il cuore pulsante.

Di una vertigine e di un presente. Intenso. Con il vino e il treno, per non arrivare mai puntuali. Per arrivare sempre al momento giusto

 

E allora lo accogliamo al Luna's Torta per fargli presentare il suo libro Cossa Vustu Che Te Diga, edito da Samuele Editore. Vi aspettiamo!

Per l'aperitivo dalle 20, per la presentazione dalle 21. Prenotare è sempre cosa buona e giusta.
O cliccando qui o telefonando allo 0116690577

---

"L'angelo esposto": Ade Zeno @ Luna's Torta | sabato 30 maggio

Una città senza nome, cinquant’anni fa.

Il più grande funambolo di tutti i tempi, l’enigmatico Repulšky, esegue il suo numero al di sopra di un fiume in piena.

Un bambino – figlio di Vassilis Garbo, esponente di spicco del Partito di maggioranza del Paese – sale sulla balaustra del ponte, in preda a una trance emulativa del suo idolo, e cade nei vortici fangosi davanti al pubblico impotente.

 

Ade Zeno – finalista al premio Tondelli con la sua opera prima, Argomenti per l’inferno (NoReply, 2009) – presenta tra i tavoli di Luna’s il suo secondo romanzo (edito da Il Mestrale), una storia in cui atmosfere nere e note surreali si intrecciano per svelare a poco a poco i retroscena del lontanissimo e misterioso Affaire Repulšky.

 

Alle 18,30 la presentazione, a seguire l’aperitivo. Prenotate, che è sempre meglio!
O cliccando qui o telefonando allo 0116690577

---

In fine: tre consigli tra gli appetitosi arrivi post Salone

Tre piccoli editori per tre grandi libri!

 

- Cominciamo da Minimum Fax e dal suo L'età della febbre per cui Christian Raimo e Alessandro Gazoia hanno carpito undici tra le voci più incisive e abili della giovane narrativa contemporanea, facendo loro raccontare il malessere del nostro tempo, che porta alla dissoluzione dell'idea stessa di personalità, tra furia e fragilità, ferocia e speranza. Un collage di storie che vi lascerà colpiti: spesso la giovane età si accompagna ad una lucidità impensata, a occhi scevri da ombre, per interpretare con prospettiva un presente dai contorni nebulosi. Violetta Bellocchio, Emmanuela Carbé, Claudia Durastanti, Manuele Fior, Vincenzo Latronico, Antonella Lattanzi, Rossella Milone, Vanni Santoni, Paolo Sortino, Chiara Valerio e Giuseppe Zucco a firmare le pagine che scorreranno sotto i vostri occhi.

 

- Proponiamo poco raccolte di poesie, e facciamo male, perché quando ci si trova davanti ad un libro come quello pubblicato da Nottetempo non si può far altro che rimanere esterrefatti. Stiamo parlando di Appénna ammattìta della giovane e prematuramente scomparsa Caterina Saviane, riproposto alle stampe dopo una prima sparuta pubblicazione del 2001. I versi dondolano sotto gli occhi e giocano col lettore una sfida linguistica e onomatopeica, inciampando nelle parole, smontandole ed accostandole audacemente, in uno stridore musicale, con accentazioni vertiginose e significati tutti da scoprire centellinando lettera dopo lettera.

 

- Un'altra proposta insolita riguarda una vera chicca delle Edizioni Clichy: ci troviamo questa volta di fronte ad un libro di Disegni (questo anche il titolo). Il fatto curioso è che a partorirlo sia stato Jean Cocteau, ritraendo (non senza una certa ironia) i suoi amici artisti, alcuni politici, interpretazioni in lapis di quotidianità vissute o di sentimenti, luoghi, persone e personaggi. La confezione eccellente del libro in sè ne fa puro godimento. Che aspettate a farlo vostro?

---

Se questa mail ti è piaciuta, mandala a un amico!

C'è gente che segnala questa newsletter agli amici, o gliela inoltra, o addirittura li iscrive (da questa pagina). È possibile che siano grandi misantropi, che vogliano perdere i loro amici a uno a uno. Io però li ringrazio: continuate così!

Questa newsletter è realizzata interamente con materiale riciclabile: algoritmi, idee e barbera in proporzioni variabili. Non inquina aria, mari e fiumi. Potete gettarla nel cestino senza recar danno all'ambiente. Ma soprattutto potete girarla a qualche amico o amica e invitarli a iscriversi (basta andare qui).

Però non stampatela. La scrivo con le letterone belle grandi apposta.